Due anziani, fratello e sorella, trovati morti nel degrado: i corpi erano lì da giorni

I decessi sono avvenuti in un contesto di degrado: in una delle aree più di pregio ed eleganti della città, si trovava, nascosta in mezzo ad una vegetazione quasi impenetrabile, a causa dell'incuria e dell'abbandono, un'abitazione in parte in muratura e, per certi ambienti, costruita in modo più precario

I corpi giacevano nell’abbandono già da alcuni giorni quando sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri, lo evidenzia la prima ricognizione dei cadaveri dopo il macabro ritrovamento avvenuto martedì sera intorno alle 21 dei corpi di due fratelli in un’abitazione di via Ginesio Marconi a Cesenatico. L’uomo, Mario Bonini, aveva 71 anni, mentre la sorella maggiore, Adele Bonini, ne aveva 76. Sono morti in due momenti diversi, eppure il secondo a perdere la vita non è riuscito comunque a lanciare l’allarme.

I motivi che hanno condotto alla morte dei due anziani fratelli saranno chiariti dall’autopsia disposta dal pubblico ministero della Procura della Repubblica di Forlì, Monica Guidi, ma si propende, dall’analisi del luogo del ritrovamento dei corpi, per un’intossicazione da fumo, forse causata da un piccolo rogo di spazzatura. In ogni caso i carabinieri della compagnia di Cesenatico, sotto la guida del capitano Francesco Esposito, escludono la morte per mano violenta.

Quello che appare chiaro in questa tragedia, però, è il contesto di estremo degrado in cui è avvenuto i decessi. In via Ginesio Marconi, in pieno centro a Cesenatico, in una delle aree più di pregio ed eleganti della città, si trovava, nascosta in mezzo ad una vegetazione quasi impenetrabile, a causa dell’incuria e dell’abbandono, un’abitazione in parte in muratura e, per certi ambienti, costruita in modo più precario. La casa era comunque dotata dei servizi essenziali, ma versava in precarie condizioni anche dal punto di vista delle pulizie e, appunto, con la presenza di spazzatura.

L’allarme è stato diramato da una terza sorella, che si trovava fuori Cesenatico da alcuni giorni presso parenti. Non riuscendo a contattare i fratelli, la donna ha allertato alcuni parenti presenti a Cesenatico e da questi le forze dell’ordine e del pronto intervento per forzare gli accessi e controllare l'abitazione. All’arrivo dei soccorsi, però, era già tardi: i due anziani giacevano privi di vita già da alcuni giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento