Morte di Antonio Megalizzi, bandiere a mezz'asta in tutta la Romagna

"Con la speranza che in un giorno non troppo lontano simili episodi siano solo un brutto ricordo", afferma il sindaco

Anche la Romagna piange Antonio Megalizzi, il giornalista di 29 anni morto in seguito all'attentato di Strasburgo lo scorso 11 dicembre. Su decisione di Palazzo Chigi, in tutta Italia saranno esposte a mezz'asta le bandiere italiana e europea sugli edifici pubblici in segno di lutto."Con profondo dolore osserviamo il lutto nazionale in ricordo della vita di un nostro giovane connazionale, Antonio Megalizzi, che ha perso la vita mentre coltivava i suoi sogni e le sue passioni, per colpa della cieca violenza di un estremismo feroce - afferma il sindaco Gianlica Vincenzi -. Con la speranza che in un giorno non troppo lontano simili episodi siano solo un brutto ricordo e nessuno debba più temere di perdere la vita in una piazza od in un mercatino, per colpa di chi vorrebbe privarci della nostra libertà e condizionare le nostre esistenze".

Giovedì pomeriggio si sono celebrati i funerali a Trento nella cattedrale di Piazza Duomo. Hanno partecipato tra gli altri presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il premier Giuseppe Conte e il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, Riccardo Fraccaro. "Un pezzo di cielo è sceso in terra e ora vi fa ritorno", ha affermato l'arcivescovo di Trento, Lauro Tisi. "Nella terra che ha dato i natali a uno dei Padri fondatori del sogno europeo - ha detto l'arcivescovo - Antonio ha immaginato un'Europa senza confini e senza pregiudizi, alla quale non vedeva alternative".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento