Neonata morta in culla: il caso giudiziario è chiuso, ma si indaga per studiare la terribile Sids

Non ci sarà alcuna inchiesta giudiziaria in questa fase sulla morte della bambina di 6 mesi deceduta in un baby parking a San Mauro in Valle, probabile vittima della misteriosa minaccia della Sids

Non ci sarà alcuna inchiesta giudiziaria in questa fase sulla morte della bambina di 6 mesi deceduta in un baby parking a San Mauro in Valle, probabile vittima della misteriosa minaccia della Sids, la sindrome della "morte in culla". Le risultanze mediche, infatti, sono state ritenute sufficienti per catalogare come "morte naturale" il decesso della piccola. Nè d'altra parte sono state depositate denunce da parte della famiglia. Insomma, un fatto terribilmente drammatico, ma con nessuna rilevanza penale, in questo momento, vale a dire senza sospetti di negligenze da parte di chi ha avuto in custodia la piccola nelle varie fasi dell'emergenza.

In caso di apertura di un fascicolo d'indagine, la Procura della Repubblica avrebbe potuto ordinare l'autopsia giudiziaria prima della restituzione del corpo alla famiglia, ma pare che l'esame post-mortem si terrà comunque, su disposizione però dell'autorità sanitaria. La speranza è quello di reperire dati di natura medica utili alla ricerca, per approfondire il fenomeno della "morte in culla" e accendere un po' più di luce, nella sparanza un domani di poter individuare le cause di questa sindrome e trovare una cura. Inoltre l'esame post mortem andrà ad approfondire se c'erano nella piccola delle problematiche magari non ancora individuate nella sua purtroppo breve vita, così anche da poter dare informazioni sanitarie alla famiglia, in caso di eventuale "famigliarità".

L'incubo della "morte in culla": i consigli del pediatra

Il decesso della bambina di appena 6 mesi ha scosso la comunità cesenate. L'incidenza del fenomeno, a seconda delle statistiche elaborate nel tempo, va da 1 a 5 neonati ogni diecimila. All'ospedale di Cesena non si ricordano casi analoghi negli ultimi anni e non è disponibile una statistica locale certa. Il dramma è avvenuto lunedì mattina in un baby parking di Cesena che si trova in via San Mauro a San Mauro in Valle. La piccola si trovava affidata alla struttura dai genitori e stava facendo un sonnellino, quando un'educatrice l'ha rinvenuta priva di sensi intorno alle 10,30. Immediato è scattato l'allarme al 118, che è precipitato sul posto con l'auto medicalizzata e due ambulanze. Sono state tentate le manovre estreme salvavita e la piccola è stata portata all'ospedale "Bufalini" di Cesena in condizioni gravissime e a sirene spiegate. Purtroppo intorno alle 12,30 è stato dichiarato ufficialmente il decesso.

La "sindrome della morte improvvisa del lattante" nota anche come sindrome della morte improvvisa infantile o morte inaspettata del lattante oppure in terminologia comune "morte in culla" (in inglese Sudden Infant Death Syndrome o SIDS) è un fenomeno che non trova ancora alcuna spiegazione presso la comunità scientifica. Si manifesta provocando la morte improvvisa ed inaspettata di un lattante apparentemente sano: la morte resta inspiegata anche dopo l'effettuazione di esami post-mortem. La sindrome colpisce i bambini nel primo anno di vita ed è a tutt'oggi la prima causa di morte dei bambini nati sani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento