Va in archivio il SI Fest#23: il premio portfolio a Monia Perissinotto

Ha vinto il premio MiCamera Michele Brancati, 37 anni, calabrese residente a Colonia, con il lavoro “Jacopo” dedicato al rapporto padre-figlio

500 accessi in tre giorni, quasi 500 in più, e 214 letture di portfoli (i dati definitivi arriveranno il 19 ottobre, alla chiusura delle mostre). Si è concluso domenica sera, ello spazio incontri dell'Accademia dei Filopatridi con la consegna dei premi ed un bilancio a caldo dell'evento, il SI Fest#23 di Savignano sul Rubicone. Ottimi i dati sul fronte web, con quasi 7 mila “mi piace” e 1300 follower. Un successo sintomatico della buona riuscita della manifestazione nonostante, ha dichiarato l'Assessore Maura Pazzaglia “la sfida di realizzare il festival con un budget limitato, i tempi stretti di realizzazione e un obiettivo – comunque - di qualità della proposta progettuale”.

Una proposta che ha visto il 23esimo festival mettere in campo oltre ai grandi nomi della fotografia italiana ed internazionale, anche moltissime firme esordienti. “Siamo fieri – ha sottolineato l'Assessore Pazzaglia - di avere dato ampio spazio ad autori nuovi, giovani ed emergenti. Una proposta che il pubblico del SI Fest ha apprezzato, decretando il successo di questa edizione che ha superato le aspettative”.

Grande riscontro di pubblico hanno riscosso anche le due sezioni del SI Fest Off, che ha saputo far crescere il punto di vista indipendente del festival proponendo eccellenti esempi di contaminazioni tra le arti, e del neonato SI Fest After che con i suoi scorci musicali ha reso ampiamente onore all'ambizione innovativa dell'edizione 2014. La capacità attrattiva della manifestazione ha catalizzato sia nel centro storico cittadino che nello spazio ex Mir Mar di San Mauro Pascoli una presenza costantedi visitatori. Stessa consistente affluenza per seminari, conferenze,incontri ed eventi di piazza evento, oltre che per il SI Fest Off che ha proposto una elevata qualità dei lavori esposti e per gli appuntamenti musicali del SI Fest After.

Come da tradizione la serata conclusiva è avvenuta alla presenza del sindaco di Savignano Filippo Giovannini, dell'assessore alla Cultura Pazzaglia, del direttore dell'Istituzione Cultura Savignano Paola Sobrero, del presidente dell'associazione “Cultura e Immagine” Mario Beltrambini e dei curatori Massimo Sordi e Stefania Rössl. Il premio SI Fest/Portfolio 14 è stato assegnato a Monia Perissinotto, 45 anni di San Donà di Piave (Venezia), con un portfolio dal titolo “Tokyo nights” , un viaggio tra finzione e realtà nella notte di Tokyo, premiato dalla giuria per “la capacità con cui l'autrice ha saputo ritrarre le proprie intime emozioni. Ambientate in una Tokyo contemporanea, le immagini utilizzano uno stile graffiante di notevole impatto espressivo”.

La giuria era composta da Massimo Sordi, co-curatore SI Fest, Claudio Corrivetti, Postcart Editore, Giulia Zorzi di MiCamera, Fulvio Merlak, direttore del Centro Italiano Fotografia d'autore di Bibbiena e del Circuito Manifestazioni FIAF, Roberto Alfano e Eva Perna di Spazio Labo e dal presidente del Circolo Fotografico “Associazione Cultura e Immagine” Mario Beltrambini. Ha vinto il premio MiCamera Michele Brancati, 37 anni, calabrese residente a Colonia, con il lavoro “Jacopo” dedicato al rapporto padre-figlio. Il premio HF Open Your Books è stato assegnato ad Anna Maria Belloni, 49 anni, di Piacenza per il lavoro “E la nave va” che racconta di una perdita e del senso di smarrimento che ne deriva. Il Si Fest ha infine assegnato il premio Spazio Labò a Laura Fiorio , 29 anni, di San Bonifacio, provincia di Verona, autrice del portfolio “Think Globally, Act Locally”, una riflessione sull'abitare quotidiano e sul come l'abitare condizioni il paesaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non è scontato – ha concluso Pazzaglia ringraziando tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del festival - che un comune piccolo come il nostro riesca a mettere in piedi una manifestazione così importante. Questo succede grazie al fatto che Savignano ha saputo essere una comunità: la nostra piccola cittadina di 18mila abitanti si trasforma ogni anno in una grande realtà capace di suscitare l'interesse di un pubblico italiano ed internazionale. E' giunto il momento dei saluti e dell'arrivederci al prossimo anno. Vi do dunque un appuntamento al 2015, e questo non è un semplice convenevole ma un impegno perchè abbiamo già inziato a farlo e vogliamo continuare a rendere Savignano e il suo festival un grande ed innovativo laboratorio di fotografia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento