Palpeggiatore "seriale" delle studentesse sui bus: denunciato per violenza sessuale

Prendeva gli autobus più frequentati dagli studenti per palpeggiare le giovani che salivano a bordo. L'accusa mossa dagli agenti del Commissariato di Cesena è quella di violenza sessuale, dal momento che anche questo genere di molestie - meno gravi, ma non per questo meno odiose - vengono rubricate così

Un momento di controlli alla stazione (fonte PoliziaDiStato)

Prendeva gli autobus più frequentati dagli studenti per palpeggiare le giovani che salivano a bordo. L'accusa mossa dagli agenti del Commissariato di Cesena è quella di violenza sessuale, dal momento che anche questo genere di molestie - meno gravi, ma non per questo meno odiose - vengono rubricate dalla legge appunto nella categoria della "violenza sessuale". Responsabile di questi atti, per la Polizia, è uno straniero, cittadino del Bangladesh di 32 anni, già noto e più volte controllato dalla polizia nel corso dell'attività per dare maggiore sicurezza alla zona della stazione ferroviaria e delle scuole superiori.

Tutto ha inizio quando le studentesse, ragazze di 13-14 anni, segnalano a più riprese agli autisti dell'autobus di linea la presenza del molestatore, molto incline ad "allungare le mani", specialmente sulle giovanissime. La sua, ricostruisce la polizia, era un'azione sistematica: il bengalese risultata disoccupato e residente a Ravenna e avrebbe scelto le linee a più lunga percorrenza e a maggior presenza di studenti per mettere in atto le sue molestie.

AUTOBUS, AGGRESSIONI E VIOLENZA

RIMINI - Senza biglietto, prende a pugni il controllore: fermato
CESENA - Palpeggiava le studentesse di 13 anni, preso il molestatore
FORLI'-CESENA, nuove aggressioni sugli autobus
 

Le famiglie, anche grazie al coordinamento delle scuole frequentate dalle ragazze, si sono convinte a sporgere denuncia. Grazie alla precedente attività di fotosegnalamento dei "sospetti" che girano in zona stazione, le ragazze hanno quindi riconosciuto senza alcun dubbio il loro molestatore ed è scattata la denuncia.

La polizia sta valutando ora provvedimenti più restrittivi nei suoi confronti. L'appello delle forze dell'ordine, rivolto soprattutto ai giovani studenti, è quello di segnalare sempre, cominciando proprio dall'autista del mezzo, tutte le problematiche di ordine pubblico a bordo dei mezzi pubblici, rendendo così possibile l'intervento degli agenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento