Miniere di Formignano, "Comune scelga tra recupero e Corte dei Conti"

Fabbri (Verdi): "Recupero del vecchio Villaggio Minerario di Formignano, condividendo gli obiettivi dei volontari della Società di Ricerca e Studio della Romagna Mineraria"

"Da tanti anni i Verdi si battono per il recupero dei fabbricati del vecchio Villaggio Minerario di Formignano, condividendo gli obiettivi dei tanti volontari della Società di Ricerca e Studio della Romagna Mineraria, da sempre in prima linea per la realizzazione di un Parco Minerario di Archeologia Industriale. Questo Villaggio è di proprietà pubblica, acquistato con soldi pubblici: il Comune di Cesena deve sentirsi obbligato eticamente a preservare un bene culturale pubblico, valorizzandone le potenzialità culturali-storiche-didattiche-turistiche-ambientali di un bene unico". Questa l'impostazione di davide Fabbri dei Verdi.

"A novembre 2011 è arrivata la beffa: il 15 novembre del 2011 la Giunta Lucchi ha bloccato le procedure d'appalto – già approvate dal Comune di Cesena – dei lavori per il recupero di tre fabbricati pensati per l'allestimento del Museo delle Miniere di Formignano: riteniamo tale scelta grave ed illogica (i soldi erano a bilancio, erano già stati spesi soldi pubblici per la progettazione e le procedure d'appalto), nonché priva di sensibilità sul tema del recupero di questo patrimonio pubblico".

I Verdi chiedono il ripristino dei finanziamenti per la realizzazione del progetto esecutivo del primo stralcio: e cioè il risanamento conservativo di tre fabbricati relativi al progetto approvato dal Settore Edilizia Pubblica il 21 luglio 2010.

"Era tutto pronto per la gara d'appalto dei lavori, - dice Davide Fabbri - dopo anni di irresponsabile ritardo nel far partire i lavori. La giunta Lucchi prende la decisione politica di bloccare l'operazione di recupero, dopo aver speso parole, impegni politici, impegni finanziari su questo progetto. Disattese tutte le promesse. Nel qual caso la Giunta Lucchi ritenesse di non accogliere il nostro suggerimento di ripristino dei finanziamenti comunali volti al recupero di alcuni fabbricati che stanno andando in malora, i Verdi annunciano la presentazione di un esposto alla Corte dei Conti per danni all'erario comunale".

"Per noi i danni all'erario comunale sono ingentissimi: spese comunali per acquisti di terreni, spese di progettazione per il recupero del Villaggio delle Miniere, spese per la forestazione del parco limitrofo al Villaggio, spese per incarichi professionali (anche all'autorevole architetto Pier Luigi Cervellati), spese per le procedure dell'appalto dei lavori".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento