Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Mestoli radioattivi bloccati prima della vendita. Contaminati dal Cobalto60

Cina, India, Italia dopo l'approdo a Taranto. Poi la spedizione verso gli scaffali di diverse città italiane tra cui anche Cesena. Questo il percorso di mestoli, passaverdure e pentolini prima del sequestro cautelativo

Cina, India e Italia dopo l'approdo a Taranto. Poi la spedizione verso gli scaffali di diverse città italiane tra cui anche Cesena.  Questo il percorso di mestoli, passaverdure e pentolini prima del sequestro cautelativo. Secondo le verifiche dell'Ausl di Taranto e dell'istituto Zooprofilattico pugliese erano radioattivi perché contaminati da “cobalto 60”.  Sono stati bloccati prima che potessero finire nelle cucine, anche di Cesena.

La merce incriminata era approdata in Italia il 21 dicembre scorso e quando sono emersi i risultati delle analisi gran parte della merce (700 colli circa) era ancora immagazzinata dall’azienda importatrice; è stato così possibile identificare la merce e bloccarla.

In Italia, i lotti radioattivi sono stati venduti a Milano, Palermo, Firenze, Napoli, Recanati, Viterbo, Cesena, Messina, Cosenza, Matera, Arezzo, Prato, Terzigno, San Giuseppe Vesuviano, Oristano, Cagliari, Padova e Verona. Subito sono scattate le operazioni per impedire che la merce fosse venduta al pubblico.
Tra i pericoli maggiori c’era quello che la sostanza radioattiva migrasse nei cibi durante la cottura: il suo assorbimento da parte di fegato, reni e ossa poteva provocare diversi tipi di cancro. Per fortuna la cosa è stata evitata a Cesena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mestoli radioattivi bloccati prima della vendita. Contaminati dal Cobalto60
CesenaToday è in caricamento