Mercato Saraceno, voci a confronto per il nuovo piano sociale di zona per il benessere sociale

Molti suggerimenti e richieste emerse dall'incontro del 20 marzo scorso nel comune della valle del Savio

Un incontro molto partecipato, vivace, con profondi scambi di idee e proposte. Questa la fotografia dell'incontro del 20 marzo tenutosi presso la sala Consiliare del comune di Mercato Saraceno, con  all'ordine del giorno la programmazione strategica dei servizi socio sanitari locali. Sotto la attenta regia dell'Assessore Marika Gusman, l'incontro si è popolato di cittadini, di rappresentanti di istituzioni e di associazioni attive in materia, che hanno avuto modo di potersi confrontare sugli argomenti che reputano prioritari, in base alla propria esperienza, all'interno del vasto ambito socio sanitario.

Da questo confronto, sono emerse, in ambito mercatese, alcune priorità, discusse e condivise all'interno dell'incontro. In primis La Casa della Salute “Valle Savio”, importante punto di riferimento sia locale che di vallata, per la quale si caldeggia una ulteriore qualificazione, in termini sia di accessibilità che si rinnovamento tecnologico. Per arginare lo sviluppo di malattie croniche e per ridurre le complicanze che possono derivare dalle stesse, è stato richiesto di lavorare su una maggiore integrazione tra sport, servizi sociali, e sanità: un circolo virtuoso che produce esclusivamente vantaggi da tutti i punti di vista e verso tutta la cittadinanza attiva ed attenta agli stili di vita. Sullo specifico argomento Alzheimer, tema molto sentito grazie alla presenza di una attiva associazione locale, l'impegno potrebbe essere quello di superare l'episodicità degli interventi e delle iniziative, cercando di entrare invece in una logica di maggiore strutturazione dei servizi. Da ultimo, ma non per importanza, l'esigenza di porre la maggior attenzione possibile ai giovani, in merito agli abusi di sostanze e di alcool.

"Per la prima volta” commenta l'Assessore Marika Gusman “si propone  un percorso partecipato di questo tipo e credo sia davvero un bel segnale il fatto che il futuro Piano di Zona per la salute e il benessere sociale sia il frutto dell'ascolto delle singole comunità e non solo delle istituzioni che le rappresentano. E' un iter che sento molto vicino al mio modo di agire, e mi auguro che questa diventi la prassi per le future programmazioni". E continua: “Il mio  più grande ringraziamento va a tutte le associazioni, il mondo del volontariato, tutti gli interlocutori attivi del nostro territorio e tutti i cittadini per la partecipazione e per i preziosi contributi. Il confronto su come proseguire è davvero fondamentale. Dobbiamo capire insieme quali decisioni assumere per rendere più efficace il supporto a chi è più fragile, e per rendere gli interventi e le misure previste più efficaci, adeguate e più vicine ai cittadini".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento