Gioco d'azzardo e slot, anche Mercato Saraceno pronta ad imitare Cesena

Forte dello straordinario risultato ottenuto con il Comune di Cesena, la Confesercenti Cesenate sta incontrando i Sindaci del comprensorio per proporre di ampliare il modello di accordo in tutto il territorio cesenate

Il Comune di Mercato Saraceno ha risposto alla proposta di incontro della Confesercenti Cesenate sul tema della lotta alla ludopatia coniugato agli sgravi economici delle imprese. Alla riunione che si è tenuta nei giorni scorsi, erano presenti il sindaco Oscar Graziani, e il vicesindaco Francesca Fabbri e il dirigente Andrea Lucchi, che hanno ascoltato con attenzione, le proposte di Otello Degli Esposti, presidente della sede mercatese della Confesercenti e di Gianpiero Giordani, responsabile della Fiepet-Confesercenti Cesenate e della sede Confesercenti di Mercato Saraceno.

Forte dello straordinario risultato ottenuto con il Comune di Cesena, la Confesercenti Cesenate sta incontrando i Sindaci del comprensorio per proporre di ampliare il modello di accordo in tutto il territorio cesenate. La nostra realtà diventerebbe un esempio avanzato a livello regionale e nazionale di lotta alla ludopatia e sostegno alle imprese. Il Comune di Cesena ha accolto infatti la richiesta di Fiepet-Confesercenti Cesenate (la federazione dei pubblici esercizi) per la riduzione della tassa di occupazione del suolo pubblico a vantaggio dei pubblici esercizi che non tengono al proprio interno giochi d’azzardo.

In pratica un patto che Confesercenti Cesenate ha proposto al Comune di Cesena per il rilancio e la rivitalizzazione della città, con un fronte unitario contro la ludopatia. "La situazione economica generale è molto pesante - esordisce in una nota l'associazione di categoria -. Le tasse, le imposte e il peso delle pratiche burocratiche si sono ulteriormente aggravate per le imprese, in special modo per i pubblici esercizi. Analoga situazione di crisi la stanno vivendo i cittadini e un sintomo di questa difficoltà è dato dall’aumento delle persone che cercano fortuna nel gioco d’azzardo".

La Fiepet-Confesercenti Cesenate, partendo da questi presupposti, ha proposto un patto che prevede iniziative per opporsi a questo drammatico fenomeno e sostenere i pubblici esercizi. L’accordo prevede di rimodulare fortemente il canone, con un dimezzamento immediato della tassa di occupazione del suolo pubblico, a vantaggio dei locali che non hanno mai avuto slot machine (o simili) e giochi d’azzardo al loro interno o che decidono di eliminarli. A seguito di una condivisione sul tema, l’amministrazione comunale ha accolto la proposta, dichiarandosi disponibile a prevedere, già dalla prossima primavera, la diminuzione consistente della tassa di occupazione del suolo pubblico ai bar e ristoranti che non detengono nel proprio esercizio strumenti di gioco d'azzardo.

"Dialogo e confronto serrato hanno prodotto un risultato straordinario - evidenziano dall'associazione di categoria -. Il dimezzamento della tassa di occupazione del suolo pubblico per bar e ristoranti che al proprio interno non tengono slot machine è il frutto di un lavoro paziente, maturato grazie ad un atteggiamento di reale disponibilità a comprendere necessità con caratteristiche diverse che richiedevano un "segnale forte" per essere affrontate".

"Con il provvedimento che a breve diventerà operativo si ottengono tre risultati di grande importanza - aggingono da Confesercenti Cesenate -. Innanzitutto si compie un gesto concreto per dare una mano ai pubblici esercizi, un settore fortemente coinvolto dalla crisi e che ripetutamente aveva segnalato il proprio disagio per una tassazione esagerata. In secondo luogo si condivide e si stimola l'idea di una città più bella ed accogliente grazie alla presenza diffusa di tavoli e sedie all'aperto per la somministrazione di caffetteria e ristorazione. Infine, non meno importante, si "premiano" quei locali che contrastano la ludopatia non inserendo all'interno dell'esercizio le slot machine".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I rappresentanti del Comune di Mercato Saraceno, conclude l'associazione di categoria, "si sono dimostrati molto sensibili e interessati agli argomenti portati dalla Confesercenti Cesenate che hanno ritenuto di grande interesse al punto da poter essere presi in considerazione anche dalla Unione dei Comuni. Il Comune approfondirà ulteriormente le tematiche per arrivare a trovare la maniera di prevedere interventi che vadano verso una sensibilizzazione al problema della ludopatia e a sgravi verso gli esercenti che non terranno all’interno dei propri locali slot machine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento