Maxi-incendio, tecnici al lavoro per scoprire l'origine del disastroso rogo

I tecnici dei vigili del fuoco sono al lavoro per isolare le cause del maxi-incendio che ha distrutto un capannone della "Grillo" in via Cervese

I tecnici dei vigili del fuoco sono al lavoro per isolare le cause del maxi-incendio che ha distrutto un capannone della "Grillo" in via Cervese. Ormai sedate le fiamme, il personale specializzato ha lavorato sul luogo del rogo per capirne le cause e la dinamica di estensione. Nel "pomeriggio di fuoco" un'intera porzione di stabile è andata distrutta, collassando  in parte su sè stessa per le altissime temperature sprigionate. I danni ammontano a milioni di euro, tra la struttura edile e la merce immagazzinata, centinaia di macchine per il giardinaggio, che erano pronte ad essere spedite per la consegna ai clienti.

Rovinoso incendio: il VIDEO

L'origine del rogo appare accidentale. Non sono state trovate tracce di evidente azione dolosa e d'altra parte il contesto lascia pensare appunto ad un'azione non voluta. Prima di tutto l'orario sembra indicarlo: in un momento con lo stabilimento aperto, nel pieno di una giornata lavorativa. In secondo luogo per il presidio della zona produttiva. Nessuno ha notato, nei minuti prima dell'incendio, movimenti sospetti in quell'area. Le prime chiamate ai vigili del fuoco sono giunte dagli stessi lavoratori presenti in zona, ma non nel capannone, che - essendo testimoni delle fase iniziale dell'incendio - sono riusciti ad indicare il punto in cui sono partite le fiamme. All'interno del capannone c'erano prodotti infiammabili, come un po' in tutte le industrie meccaniche, a partire da alcune latte di olio. 

Il grosso incendiio si è sviluppato mercoledì intorno alle 14,15 nello stabilimento della "Grillo" di Cesena, situato in via Cervese. Ad andare a fuoco è stato una parte posteriore dello stabilimento produttivo, un'area adibita a deposito. Il rogo ha preso vigore nel giro di pochi minuti, fino ad avvolgere una vasta porzione di capannone. Le fiamme hanno saturato in poco tempo il vasto ambiente fino a far "esplodere" e far curvare verso l'esterno le pareti della struttura edile. Dall'interno si sono udite anche delle esplosioni.

Numerose squadre dei vigili del fuoco sono intervenute sul posto, con autobotti e personale giunto anche da Bologna e Rimini. In totale sono stati dislocati 15 mezzi, con 39 pompieri sul posto. La "Grillo Spa" è un'azienda meccanica che produce macchinari vari per la cura del verde, molto nota nella città. La colonna di fumo è stata visibile da chilometri di distanza ed ha coperto una vasta porzione della città. Grazie alle condizioni meteorologiche favorevoli, si è dispersa verso l’alto, senza interessare le aree circostanti abitate.

Sul posto sono giunti e Carabinieri e la Polizia di Stato. Non risultano esserci per fortuna delle persone intossicate o ustionate, tanto che sul posto non sono confluite ambulanze. In molti dei residenti hanno espresso timori per la nube densa di fumo particolarmente nero. Già nell'immediatezza del fatto è giunto sul posto personale di Ausl e Arpae. Quest'ultima ha avviato già le prime misurazioni che non hanno prodotto esiti tali da far scattare il provvedimento di evacuazioni. La situazione è quindi monitorata dal punto di vista ambientale e considerata sotto controllo.

L'incendio è stato estinto intorno alle 19.  Senza problemi per l’ambiente anche il controllo delle acque utilizzate dai Vigili del Fuoco per lo spegnimento, che sono rimaste circoscritte all’interno dello stabilimento e non sono confluite nella fognatura pubblica o in corsi d’acqua. Nei prossimi giorni, Arpae provvederà ad indicare le azioni necessarie per la messa in sicurezza e la bonifica dell’area interessata dall’incendio (rimozione e smaltimento delle carcasse delle macchine agricole).

La nube di fumo su Cesena: la FOTO dalle colline

VIDEO (1) dell'incendio alla "Grillo" (video di Monia)

VIDEO (2) - Colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento