Masterplan del centro storico, per Savignano arriva un contributo di 250mila euro

Lavori pronti a partire a inizio 2018, a dicembre presentazione pubblica alla cittadinanza

Si apprestano a partire già a gennaio 2018 i primi lavori previsti dal Masterplan per il centro storico di Savignano, il maxi progetto destinato a valorizzare il centro della città attraversata dal Rubicone. Proprio di questi giorni è la notizia del riconoscimento, da parte della Regione, di un contributo da 250mila euro, che va a coprire oltre un quarto della spesa prevista di 900mila euro. Savignano rientra infatti nel finanziamento di tre milioni 430mila euro che la Regione Emilia-Romagna ha stanziato per sostenere 36 progetti (quattro per ciascuna provincia) finalizzati a riqualificazione e potenziamento del commercio nelle aree storiche delle città. “Un provvedimento - lo ha definito l’assessore regionale a Turismo e Commercio Andrea Corsini - per rendere i centri urbani sempre più attraenti e vivi, frutto anche di un percorso di concertazione territoriale. La Regione intende così promuovere i centri commerciali naturali delle piccole e medie città, valorizzandone peculiarità ed eccellenze”.


Lavori pronti a partire nei primi mesi dell'anno, quindi, per un progetto che - dichiara il sindaco Filippo Giovannini - “ha un duplice obiettivo: migliorare fruibilità e decoro urbano e valorizzare gli elementi di attrattività turistica del centro, come l'area medievale e il lungofiume sul Rubicone, per esaltare la valenza storico-culturale e turistica della città partendo proprio dai suoi elementi identitari più riconoscibili”.


Numerosi gli interventi, in diverse aree del centro, che andranno ad integrarsi tra di loro nelle due fasi del progetto: sindaco e giunta li presenteranno alla cittadinanza in un incontro pubblico prima delle festività natalizie. “Con i tecnici incaricati – conclude l'assessore ai Lavori pubblici Stefania Morara - lavoriamo a questo Masterplan da mesi: uno studio impegnativo, alla cui base sta l'assunto che le questioni che riguardano il riassetto del centro storico debbano essere affrontate in modo unitario, con una visione complessiva e di ampio respiro. Del resto è come per il restauro di un singolo edificio monumentale: il principio dell'unità di metodo impone che si valutino tutti gli aspetti nel progettarne una rinascita destinata a durare nel tempo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento