Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Borghi

Passaggi Sport Festival, il premio “Libri in Campo 2014” a Mario Sconcerti

Uomo di sport a tutto tondo, Sconcerti è stato direttore generale della Fiorentina e successivamente opinionista per il Corriere della Sera e i programmi sportivi di Sky

Passaggi Sport Festival ha attribuito il premio “Libri in Campo 2014”, a Mario Sconcerti, commentatore sportivo del Corriere della Sera e opinionista di punta delle trasmissioni sportive di Sky. Il premio, conferito a personalità che si sono distinte nel racconto sportivo, sarà consegnato mercoledì, giorno di apertura di Passaggi Sport Festival, alle ore 19,30 presso la biblioteca Malatestiana, che ospita l’evento. A consegnare il riconoscimento, opera di un artista cesenate, saranno l’Assessore allo Sport del Comune di Cesena Christian Castorri e la testimonial del Festival Ivana Donadel.

Mario Sconcerti è un giornalista e scrittore di lungo corso, inizia la sua carriera professionale al Corriere dello Sport a Firenze. Si occupa prevalentemente di calcio e ciclismo, memorabile il racconto in presa diretta dell’epurazione di Rivera e Mazzola dalla nazionale di Fulvio Bernardini negli anni settanta. Nel 1979 fonda le pagine sportive di Repubblica, portando al quotidiano romano penne come Gianni Brera e Gianni Mura. A fine anni ottanta è vicedirettore vicario alla Gazzetta dello Sport, diretta dal mitico Candido Cannavò.

A fine anni ottanta torna a Repubblica, dove fonda le pagine fiorentine del giornale, per passare successivamente alla direzione del Secolo XIX di Genova e successivamente al Corriere dello Sport, che conosce un periodo d’oro con la sua direzione. Uomo di sport a tutto tondo, Sconcerti è stato direttore generale della Fiorentina e successivamente opinionista per il Corriere della Sera e i programmi sportivi di Sky.

“Una carriera giornalistica impressionante che spiegherebbe da sola la decisione di assegnare il premio “Libri in Campo” a Sconcerti - afferma Claudio Novelli, direttore culturale di Passaggi Sport Festival - con questo riconoscimento vogliamo mettere in luce invece lo Sconcerti scrittore, quello che va oltre la cronaca sportiva e le polemiche giornalistiche per esplorare la complessità umana e sociale del giuoco calcio e del suo racconto. Un esempio è il libro “Storia delle idee del calcio”, che si fonda su una intuizione interessantissima, quella di  raccontare la storia del calcio attraverso la spinta dei sentimenti e delle idee, massimi sistemi o piccoli colpi di genio che hanno risolto una partita. Un modo davvero particolare di parlare del gioco più popolare del mondo - conclude Novelli - che ben incarna lo spirito del nostro Festival, quello di dare allo sport una lettura diversa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passaggi Sport Festival, il premio “Libri in Campo 2014” a Mario Sconcerti
CesenaToday è in caricamento