Da Cesena a Cesenatico: oltre 4mila persone alla Marcia Alzheimer nel ricordo di Azeglio Vicini

In occasione della manifestazione è stata scoperta la lapide che ricorda il compianto commissario della Nazionale Azeglio Vicini

Foto di Piero Pasini

Oltre quattromila persone hanno partecipato domenica alla settima, non competitiva, Marcia Alzheimer da Cesena a Cesenatico per complessivi sedici chilometri. La marcia, inserita in una rosa di manifestazioni sportive e culturali sotto un' univoca voce “Insieme per cancellare il silenzio” è organizzata dall'Associazione Amici di Casa Insieme di Mercato Saraceno e ha visto la partecipazione dei sindaci delle due città Paolo Lucchi e Matteo Gozzoli.

La partenza è avvenuta allo stadio Dino Manuzzi e ha subito qualche minuto di ritardo per permettere a tutti di potersi iscrivere e partecipare, infatti il numero complessivo ha stupito gli organizzatori rendendo quindi evidente la grande attenzione della città verso le problematiche della malattia dell'Alzheimer e gli sforzi per curarla e ridurre gli impatti sociali. Il ricavato di tutte le manifestazioni saranno indirizzati alla cura, alla ricerca, al sostegno alle famiglie.

La rotonda "Vicini"

In occasione della manifestazione è stata scoperta la lapide che ricorda il compianto commissario della Nazionale Azeglio Vicini, collocata nella rotonda, ora a lui dedicata, prospiciente lo stadio Dino Manuzzi. A presenziare oltre i due figli e i nipoti i sindaci di Cesena e Cesenatico dove un'altra rotonda è stata inaugurata al termine della settima Maratona Alzheimer. Azeglio Vicini nacque a Cesena e viveva per alcuni mesi dell'anno a Cesenatico dove è sepolto. Il sindaco Lucchi ha ricordato l'atleta, il grande commissario tecnico e l'uomo che sempre seppe coniugare sport e sportività ponendosi come esempio con il suo operato alle nuove generazioni di praticanti.

La gara

Supera i 1.100 il numero di atleti iscritti, fra le tre gare competitive: gli arrivati registrati per la Maratona Alzheimer di 42 km da Mercato Saraceno sono stati 295, in minor numero rispetto agli scorsi anni, mentre record di presenze per la 30 km con partenza da Borello che si sta affermando sempre più come gara in preparazione delle maratone autunnali con i suoi 360 atleti giunti al traguardo, e la fresca Mezza Maratona da quest’anno diventata gara del circuito Fidal e intitolata ad Azeglio Vicini, che ha visto gareggiare 345 atleti, sfiorando il raddoppio rispetto allo scorso anno. 

Ritorna il volto di Giuseppe Del Priore (ASD Dinamo Sport) a primeggiare nella Maratona con un tempo di 02:39:23, mentre tra le donne padrona della distanza regina è stata Turrini Eleonora Chiara della G.S. Self Atl. Montanari Gruzza, in 03:14:55. Nella gara dei 30 km, si impone Marianelli Cristian (Tiferno Runners) in un testa a testa sul rettilineo finale con Rutigliano Pasquale (Asd Olimpiaeur Camp), il primo ha impiegato 01:40:47, il secondo a 17 secondi di differenza. Tra le donne è emersa Moroni Federica (Golden Club Rimini) con il tempo di 02:03:51. 

Nella Mezza Maratona - 1° Memorial Azeglio Vicini il primo a tagliare il traguardo è stato De Nicolò Nicholas (ASD Dinamo Sport) che ha fermato il cronometro a 1:17:59, medaglia d’oro femminile è Novelli Ilaria (Polisportiva Molise Campobasso) che chiude in 1:28:51. Come da tradizione emozionante partecipazione dei gruppi di spingitori, tra questi è assegnata al gruppo “Spingitori di Gioele”, la terza edizione del Premio Vona (in ricordo dell’amico Paolo Turroni). 

Altri premi particolari il "Premio Stroller Runner” dedicato a chi corre con il passeggino, destinato alla Famiglia Gambino, presente alla manifestazione dal 2015 quando ancora la piccola Zoe era nella pancia della mamma. Premiati inoltre i 2 atleti più giovani della Maratona e i 2 atleti “meno giovani”, sia uomo che donna, con ben 56 anni di differenza. 

Premi speciali per il Memorial Azeglio Vicini per i traguardi volanti effettuati in Piazza Costa dove è stata inaugurata la rotonda proprio in memoria dell’ex ct azzurro e intitolazione anche a Cesena della Rotonda dello Stadio, alle inaugurazioni sono stati presenti il presidente del Panathlon Club Cesena, Dionigio Dionigi grande amico dello scomparso Vicini e i familiari dell’allenatore tra cui il figlio Gianluca, inseriti anche i premi dei traguardi intermedi di Cesena per la 30 km e di Cesena e Cesenatico per la Maratona.  Da sottolineare la presenza di circa 20 runner solidali che hanno corso con l’ulteriore obiettivo di una raccolta fondi personale da destinare alla ricerca Alzheimer. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento