rotate-mobile
Cronaca

Vanno sotto i ferri altre due strade vicinali ad uso pubblico, ecco gli interventi di manutenzione

“Così come avvenuto nelle precedenti occasioni – commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici Christian Castorri – prosegue la programmazione degli interventi a favore delle strade vicinali seguendo un ordine prioritario legato alle urgenze"

La macchina delle manutenzioni stradali sul territorio comunale di Cesena non si ferma e proseguono a pieno ritmo i lavori di messa in sicurezza sul fronte della viabilità con particolare attenzione ai tratti stradali che registrano, nel corso dell'anno, un elevato passaggio di mezzi pesanti. A questo proposito, la Giunta ha approvato ulteriori due progetti di manutenzione straordinaria relativi alle vie Gutro, a Ponte Pietra, e San Crispino, a Pievesestina, entrambe strade vicinali ad uso pubblico. Nello specifico, i lavori, del valore complessivo di circa 90 mila euro (finanziati per metà dall’Amministrazione comunale e per l'altra metà dai Consorzi Stradali Riuniti), riguarderanno opere di asfaltatura e di trattamento superficiale, con emulsione e graniglia, dei piani viabili.

“Così come avvenuto nelle precedenti occasioni – commenta l’Assessore ai Lavori Pubblici Christian Castorri – prosegue la programmazione degli interventi a favore delle strade vicinali seguendo un ordine prioritario legato alle urgenze, ai flussi di traffico e alle condizioni dei tratti stradali interessati. Dopo aver approvato, lo scorso autunno, i progetti relativi alle vie Benzi, Parataglio e Calabria, i cui lavori sono stati avviati, procediamo con queste altre due strade: via San Crispino, che si sviluppa dalla via San Cristoforo fino alla via Fossa, e via Gutro, che collega le vie Assano e Calabria a nord del centro abitato di Ponte Pietra”. In entrambi i casi gli interventi comprendono anche le opere per la regolarizzazione e miglioramento della gestione delle acque meteoriche.

Rispetto alla manutenzione straordinaria, l’Amministrazione comunale, con lo scopo di sostenere interventi di risanamento degli strati di fondazione e di base in conglomerato bituminoso ammalorati, e di sistemazione del piano viabile attraverso la ripavimentazione della sede stradale con conglomerato bituminoso, annualmente investe risorse che vanno a sommarsi ai contributi messi a disposizione dai Consorzi Stradali Riuniti. Da anni infatti l’Amministrazione ha individuato in questo organismo, che gestisce la manutenzione delle strade vicinali ad uso pubblico consorziate, lo strumento più idoneo per una totale gestione del sistema di viabilità vicinale. Le strade vicinali svolgono un ruolo significativo nel quadro della viabilità comunale. A fronte di una rete stradale di circa 900 chilometri, queste vie rappresentano il 28% del totale, estendendosi per 293 chilometri (mentre le strade comunali si sviluppano per 587 chilometri) e costituiscono una parte rilevante dei collegamenti nelle zone rurali, sostenendo un traffico che in molti casi va oltre all’accesso dei fondi affacciati su di esse.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vanno sotto i ferri altre due strade vicinali ad uso pubblico, ecco gli interventi di manutenzione

CesenaToday è in caricamento