rotate-mobile
Cronaca Quartiere Valle Savio / Via Linaro

Manomesso il rubinetto del gas alla casa dei profughi, il comitato: "Non protestiamo così"

A rispondere alle accuse, con una conferenza stampa convocata d'urgenza, sono stati gli esponenti del comitato "Futuro Borello". Il problema è sorto quando sabato sera sono stati portati a Borello 11 senzatetto stranieri

Si infuoca la polemica sui senzatetto ospitati a Borello in una casa presa in affitto dalla Misericordia. A rispondere alle accuse, con una conferenza stampa convocata d'urgenza, sono stati gli esponenti del comitato “Futuro Borello”. Il problema è sorto quando sabato sera sono stati portati a Borello 11 senzatetto stranieri, da ricoverare temporaneamente per l'emergenza freddo, nella struttura che si intende in futuro utilizzare per i richiedenti asilo, già al centro di numerose proteste in passato.

 Al loro arrivo è nato un battibecco con alcuni rappresentanti del comitato, che si sarebbero trovati lì in presidio. Poi un fattaccio denunciato ai carabinieri: nella notte tra sabato e domenica – sostengono dalla Misericordia – ignoti hanno infranto il vetro di un contatore e hanno chiuso il rubinetto del gas. I senzatetto si sono quindi svegliati al freddo e senza gas per la cucina. Un atto di ripicca dovuto agli animi esacerbati?

> IL SINDACO: ATTO DI RAZZISMO

Di sicuro non è stata certo una calda accoglienza quella riservata agli undici senza tetto ospitati per l'emergenza gelo nella nuova struttura di via Linaro. Se ne rendono partecipi i membri del comitato “Futuro Borello” che a riguardo hanno puntualizzato i fatti avvenuti sabato sera all'atto dell'ingresso della struttura dei bisognosi.  “Tutti noi eravamo pronti ad accogliere chi è meno fortunato – dice Fabio Biguzzi del comitato “Futuro Borello – proprio per questo alcuni dei nostri e altri cittadini ci eravamo dati appuntamento per le venti davanti al centro. Addirittura alcuni avevano delle coperte in macchina da offrire e si pensava anche di far preparare una grande pizza gigante da offrire. Ma quando abbiamo visto scendere dai due pulmini della Misericordia undici africani, subito l'idea classica del barbone e del clochard è andata a farsi benedire. Inoltre una discussione nata tra un ospite e una signora che filmava con un telefonino ha acceso gli animi ed è volata qualche parola di troppo, ma senza nessuna conseguenza. Non sono state fatte le barricate, come ha detto la stampa, ma tutto è andato avanti senza nulla di grave”.

“Quello che è successo – rincara Ombretta Farneti portavoce del comitato – è certamente legato al fatto che dall'inizio dell'estate è muro contro muro tra noi, che raccogliamo oltre cinquecento firme, e il comune di Cesena completamente sordo alle nostre richieste. Chiediamo che la nuova struttura venga messa a disposizione degli anziani del luogo e proprio per questo abbiamo indetto un incontro dal titolo “Le voci inascoltate” per giovedì 19 gennaio presso il teatro parrocchiale invitando il sindaco Paolo Lucchi e l'assessore Simona Benedetti. Respingere i senza tetto non è nelle  nostre intenzioni, purchè questo non sia una forma subdola di inserimento di persone che potrebbero alterare l'equilibrio del paese”.

“ I senza tetto sono ben accettati – dice Jacopo Morrone della Lega Nord – purchè nella chiarezza. Il fatto che questi undici siano stati portati qui dal centro “La Marmotta Rossa” di Cesena senza nessun tipo di documentazione se non un fantomatico tesserino di cui ha parlato il governatore Israel De Vito che li ha trasportati con i mezzi della Misericordia non basta. La sicurezza prima di tutto e il comune ci devi dire chi sono queste persone. Quanto al fatto che sabato notte gli ospiti siano stati al freddo per la mancata erogazione di gas, evidenzio come le indagini, in atto dopo la denuncia fatta contro ignoti dalla Misericordia, sono a trecentosessanta gradi e potrebbe anche essere che gli undici siano stati collocati senza che la struttura fosse stata adeguatamente controllata. Qualora fosse accertato un intervento doloso, chi lo ha fatto ne risponderà personalmente dato che certe forme di lotta ci sono completamente estranee”.

LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI:

ABBONDANTI NEVICATE FILTRAGGI IN E45 E ALCUNE SCUOLE CHIUSE
LADRI GOLOSONI PORTANO VIA ANCHE LECCA LECCA E NUTELLA
VANDALISMI SEMINA DANNI IN SCUOLE E LOCALI PER AMORE
PROFUGO "IRREQUIETO" ENNESIMA DENUNCIA PER IL PALPEGGIATORE
BORELLO SABOTAGGIO ALLA CASA DEI PROFUGHI, PARLA IL COMITATO

DROGA ASSORTIMENTO SUL BANCO COME AL MERCATO: ARRESTATO
LE FOTO PIU' BELLE TORNA "POSTCARDS - CARTOLINE DA CESENA"

borello conferenza stampa-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manomesso il rubinetto del gas alla casa dei profughi, il comitato: "Non protestiamo così"

CesenaToday è in caricamento