rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Montiano

"Voglio andare via, non ce la faccio più", condanna definitiva per i maltrattamenti nella casa-famiglia: i coniugi in carcere

La coppia di anziani coniugi che gestiva la struttura montianese è stata arrestata e trasferita in carcere dalla Polizia dopo che la condanna per maltrattamenti è diventata definitiva in Cassazione

Si chiude dal punto di vista giudiziario una vicenda dolorosa che riguarda la casa-famiglia "Il Sorriso" di Montiano. Un caso che arrivò anche alla trasmissione televisiva "Le Iene". La coppia di anziani coniugi che gestiva la struttura montianese è stata arrestata e trasferita in carcere dalla Polizia dopo che la condanna per maltrattamenti è diventata definitiva in Cassazione. I fatti risalgono al 2014 e per completezza, si ricorda che in un procedimento connesso in cui le accuse erano partite da una ragazza, la gestrice de 'Il Sorriso' è uscita invece assolta.

Nell'ultimo procedimento, giunto in Cassazione, è stata messa la parola fine con una condanna per i due coniugi gestori a quattro anni di reclusione per maltrattamenti. Nei giorni scorsi la Polizia di Stato ha eseguito due ordini di carcerazione emessi dalla Procura della Repubblica a carico di marito e moglie che nel frattempo avevano da poco cambiato residenza.

"I maltrattamenti ai danni dei giovani ospiti erano stati denunciati da una vittima minorenne nel 2014. Il minore, oltre a denunciare che tutti gli ospiti venivano trattati male, raccontava di schiaffi e percosse subiti da lui e dagli altri", ricostruisce la Polizia di Stato.

Così raccontava un’altra giovane ospite ai poliziotti: "Mi dà gli schiaffi. Mi raccomando non ditelo, non voglio sappiano che lo dico io queste cose. Dopo mi sgridano, per arrampicarsi nei vetri. Loro sanno che quando mi arrabbio dico sempre tutto. Non ce la faccio più a stare qui dentro, voglio andare via. I motivi sono quelli che ho detto".

Tutte le evidenze investigative sono state confermate in sede giudiziaria durante i gradi di giudizio e i coniugi sono stati condannati a 4 anni di reclusione. La coppia è stata rintracciata all’interno di un proprio domicilio a Cesena e, dopo essere stata condotta in Questura, è stata trasferita nel carcere di Forlì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Voglio andare via, non ce la faccio più", condanna definitiva per i maltrattamenti nella casa-famiglia: i coniugi in carcere

CesenaToday è in caricamento