Alluvione, la mappa delle emergenze. Baccini: "Danni contenuti con la collaborazione di tutti"

Il sindaco di Bagno di Romagna: "Mercoledì eseguiremo una ricognizione di tutte le strade per organizzare gli interventi in base alle priorità ed alle maggiori emergenze"

Il sindaco Marco Baccini, attraverso Facebook, fa il resoconto di una giornata difficile per Bagno di Romagna, colpita da una eccezionale ondata di maltempo: "Siamo appena rientrati da una vasta operazione di coordinamento delle operazioni di gestione delle emergenze e degli allagamenti, causati dalle massicce piogge che si sono abbattute sul territorio comunale a partire da lunedì notte e che si sono intensificate martedì. I picchi millimetrici e la rapidità di pioggia caduta hanno determinato varie situazioni di emergenza, con allagamenti di strade e di scantinati, frane e smottamenti, per la gestione delle quali è stato necessario attivare il Piano Operativo Comunale di Protezione Civile, con il coinvolgimento immediato dei volontari dell'Associazione di Protezione Civile Alto Savio".

VIDEO: il day after nella Vallata del Savio

Alluvione, è il momento della conta dei danni

L'alluvione nella Valle del Savio: frane, strade e case allagate

"La situazione di emergenza generale è stata contenuta e gestita in modo pronto e concreto grazie all'immediato intervento di tutti gli Enti e Corpi competenti, con i quali abbiamo cercato di gestire nell'immediato le situazioni di maggiore criticità, che hanno coinvolto le strade provinciali, l'E45 e alcune strade comunali. La pronta reattività ed il coordinamento tra l'Ufficio Lavori Pubblici del Comune, la Polizia Municipale, le squadre operative della Provincia e della Polizia Provinciale, dell'Anas, dei Carabinieri e dei Forestali, dei volontari della Protezione Civile Alto Savio, con il coordinamento della Protezione Civile dell'Unione Valle Savio, della Protezione Civile Provinciale e Regionale, ha reso possibile contenere emergenze e danni".

Alluvione, dopo la tregua il meteo fa paura

"Da rilevare anche la pronta collaborazione di alcuni cittadini che si sono resi partecipi alle operazioni in modo spontaneo e volontario. Gli allagamenti maggiori e più critici hanno riguardato la strada provinciale Sp 138 nella località "Marculisi", ove la tracimazione delle acque ha coinvolto anche la E45 allo svincolo di San Piero, nel centro abitato di San Piero ove la quantità d'acqua piovuta non riusciva ad essere smaltita provocando l'allagamento della sede stradale, e presso la rotonda di innesto alla E45 di Bagno di Romagna. La strada provinciale risulta essere interessata da vari smottamenti in direzione Mandrioli, che sono stati chiusi per il crollo di pietre e alberi che non rendono sicura l'incolumità pubblica".

VIDEO: Strade diventano corsi d'acqua

"Abbiamo registrato vari smottamenti diffusi ed una serie di frane che interessano il reticolo delle strade comunali, anche se non impediscono il transito e la stabilità delle sedi stradali, ma che ci impegneranno nei prossimi giorni in rilevanti opere di sistemazione. Si è reso necessario interdire al traffico la "strada di Cà di Gianni" tra lo svincolo della strada del Comero e quello di Poggio Piccioni, che è stata completamente erosa dalla pioggia. Mercoledì eseguiremo una ricognizione di tutte le strade per organizzare gli interventi in base alle priorità ed alle maggiori emergenze, cercando di riportare una situazione di sicurezza e normalità nel più breve tempo possibile. Intanto, mi preme rilevare due aspetti che sono utili e necessari per affrontare i prossimi giorni".

VIDEO: San Piero in Bagno sott'acqua

"In considerazione che molte situazioni critiche, tra cui smottamenti e frane, sono da ricondurre a problemi di smaltimento delle acque provenienti da strade o aree private, sollecito tutti i proprietari a controllare e tenere monitorati i canali di scolo delle proprie strade ed appezzamenti di terra per evitare che si creino altre situazioni di cedimenti in vista delle piogge previste per i prossimi giorni. Per quanto riguarda invece gli sversamenti in strade e marciapiedi di detriti trascinati dalle acque, in considerazione dell'impegno degli operai comunali a gestire le situazioni di maggiori criticità nei prossimi giorni, chiediamo la collaborazioni dei cittadini a partecipare alla pulizia delle aree di ingresso alle proprie proprietà, marciapiedi e passi carrai, in modo da ripristinare la pulizia dei luoghi a beneficio di ciascuno e dell'intera comunità, prendendo ed esempio anche quanto avvenuto in zone colpite dal maltempo. Non mancheremo di intervenire appena possibile ove si renda necessario, ma la collaborazione di tutti è fondamentale per contenere i tempi e per un pronto intervento diffuso sul territorio comunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Cerca l'incontro consensuale, ma trova all'improvviso la pretesa di soldi per sesso: denunciato estorsore

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

  • E45, Patti Smith si ferma all'autogrill simbolo dell'emergenza: "Buono il caffè"

Torna su
CesenaToday è in caricamento