Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Lutto in Diocesi: si è spento nel sonno il canonico don Giuseppe Calandrini

Da un po' di tempo abitava nella casa di riposo "Don Baronio", a Cesena. Nato a Gambettola, classe 1937, era canonico della Cattedrale

È morto sabato, nel sonno verso le 22, don Giuseppe Calandrini. Da un po' di tempo abitava nella casa di riposo "Don Baronio", a Cesena. Nato a Gambettola, classe 1937, era canonico della Cattedrale. Era stato ordinato sacerdote nel 1964. La famiglia è originaria della parrocchia di Bulgaria. I suoi primi incarichi furono come cappellano, prima a San Vittore, poi a Sant'Egidio, con don Adamo Carloni. Da sempre è stato vicino e affascinato dall'esperienza dei Focolarini, il movimento fondato da Chiara Lubich.

Il primo incarico da parroco fu a Bulgarnò, dove rimase dal 1972 al 1983. Poi venne trasferito come parroco a Sant'Angelo di Gatteo. In seguito a Pievesestina e poi a Gatteo. Prima del ritiro a Cesena presso la Casa del clero di piazzetta Isei, per alcuni anni don Giuseppe ha svolto servizio anche nella Concattedrale di Sarsina. La camera ardente è allestita aòl’ospedale Bufalini di Cesena. I funerali si svolgeranno mercoledì alle 10, in Cattedrale a Cesena. La messa sarà presieduta dal vescovo Douglas.

"Don Giuseppe è stato un punto di riferimento per la nostra Comunità e molti di noi coltivano tanti ricordi della sua attività presso il nostro territorio - ricorda il sindaco di Gatteo, Gianluca Vincenzi -. Questo rende ancora più dolorosa la sua scomparsa e per questo la Comunità intera si stringe per celebrare la sua memoria. A nome dell'Amministrazione Comunale esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia ed a tutta la comunità ecclesiastica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto in Diocesi: si è spento nel sonno il canonico don Giuseppe Calandrini

CesenaToday è in caricamento