Zanzare e virus West Nile: nuove misure di prevenzione in occasione di feste

Firmata un’ordinanza con cui si rendono obbligatori fino al 31 ottobre trattamenti adulticidi straordinari contro la zanzara comune del genere Culex

Continua la lotta alle zanzare. La Regione Emilia-Romagna e il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl della Romagna hanno recentemente comunicato la possibile diffusione a Cesena del virus West Nile connesso alla presenza di zanzare appartenenti al genere Culex, che si sviluppano in zone rurali ed urbane sovrapponendosi alle zanzare tigre, con cui condividono molti focolai larvali. Per eliminare il rischio per la salute pubblica rappresentata dal virus, il sindaco Paolo Lucchi ha firmato un’ordinanza con cui si rendono obbligatori fino al 31 ottobre trattamenti adulticidi straordinari contro la zanzara comune del genere Culex in ogni manifestazione autorizzata che comporti il ritrovo di molte persone all’aperto nelle ore serali in aree verdi o in zone con presenza di verde.

A tutti i soggetti autorizzati ad effettuare manifestazioni che comportino il ritrovo di molte persone all’aperto nelle ore serali in aree verdi, viene richiesto di effettuare interventi straordinari adulticidi preventivi secondo le modalità indicate nelle “Linee guida regionali per un corretto utilizzo dei trattamenti adulticidi contro le zanzare” (reperibili al sito www.zanzaratigreongline.it) e di affidare l’esecuzione dei trattamenti a ditte specializzate del settore. Inoltre, almeno 24 ore prima delle manifestazioni, viene richiesto di affiggere nell’area interessata cartelli informativi alla cittadinanza che riportino la data e l’ora del trattamento, e di informare del trattamento anche l’Associazione Romagnola Apicoltori (info@arapicoltori.com). Chi non rispetterà l’ordinanza, rischia una multa salata, che può variare dai 25 euro fino ai 500 euro. A vigilare sul rispetto dell’ordinanza saranno il corpo di Polizia Municipale, l’Ausl della Romagna e tutti gli Agenti o Ufficiali di Polizia Giudiziaria abilitati. La documentazione che attesta l’effettuazione dei trattamenti va conservata nella sede della manifestazione, a disposizione degli organi di vigilanza.

“L’emanazione di questa ordinanza, che va ad aggiungersi a quella già in vigore per la prevenzione e il controllo delle malattie trasmesse da insetti e vettori e, in particolare, della zanzare tigre - spiegano il sindaco Lucchi e l’assessore all’Ambiente Francesca Lucchi -, si è resa necessaria alla luce delle indicazioni operative che abbiamo ricevuto dalla Regione Emilia-Romagna e dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl della Romagna a seguito della evidenza di circolazione del virus West Nile nel nostro territorio provinciale. Sarà molto importante, oltreché obbligatorio, attenersi a quanto disposto dall’ordinanza e, ancora una volta ribadiamo che per proteggersi dalle malattie trasmesse dalle zanzare tigre, dalle zanzare comuni e dai pappataci, il modo migliore è prevenirne la diffusione. Per questo rinnoviamo l’invito a mettere in campo le poche e semplici azioni necessarie ad evitare che questi insetti prolifichino: innanzitutto evitare i ristagni d’acqua e, laddove ciò non sia possibile, ricorrere ai prodotti larvicidi. È poi molto importanteproteggersi dalle loro punture per difendersi dalle malattie anche gravi che possono trasmettere; applicare gli specifici prodotti repellenti sulle parti scoperte del corpo, vestirsi con colori chiari e non utilizzare profumi sono alcuni utili accorgimenti che evitano di farsi pungere".

Tutte le indicazioni e i consigli utili per un’efficace lotta alla zanzara tigre sono disponibili sul sito del Comune di Cesena, all’indirizzo www.comune.cesena.fc.it/zanzaratigre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento