rotate-mobile
Cronaca

'Lotta' per le piste ciclabili: "Bulgarnò più popolosa di Borgo delle Rose, ma la nostra richiesta è rimasta lettera morta"

"Innanzitutto - spiegano dal comitato - la nostra non vuole essere una lotta tra poveri. Ben venga per i cittadini di Borgo delle Rose che potranno godere di un collegamento ciclabile con la vicina frazione di Borello dotata di tutti i servizi essenziali"

“Costeggiando la via Linaro, i centri abitati di Borello e di Borgo delle Rose presto potranno contare su un collegamento diretto sulle due ruote. Dopo aver previsto a bilancio per il 2022 una somma di 380 mila euro da destinare all’intervento, questa mattina, martedì 30 agosto, la Giunta ha approvato il progetto definitivo relativo alla pista ciclopedonale di Borgo delle Rose che si estenderà per circa 650 metri e i cui lavori saranno eseguiti a partire dalla primavera 2023. Dopo aver letto queste frasi di un comunicato del Comune di Cesena pubblicate sulla stampa locale nei giorni scorsi desideriamo porre alcune brevi riflessioni". Interviene il comitato cittadino di Bulgarnò sul tema collegamenti ciclabili in quelle che sono le aree più periferiche della città.

"Innanzitutto - spiegano dal comitato - la nostra non vuole essere una lotta tra poveri. Ben venga per i cittadini di Borgo delle Rose che potranno godere di un collegamento ciclabile con la vicina frazione di Borello dotata di tutti i servizi essenziali. Siamo felici per loro perché sono riusciti dove noi non riusciamo da lungo tempo. Da tanti anni ormai chiediamo un collegamento tramite pista ciclabile con il vicino comune di Gambettola. Raccogliemmo anche 400 firme per una petizione protocollata in Comune l’11 luglio 2013 rimasta lettera morta. Di recente ci siamo incontrati più volte con l’amministrazione comunale (sindaco e assessori) per manifestare il disagio dei cittadini residenti a Bulgarnò, molti di più rispetto al centinaio presente a Borgo delle Rose, ma questo è un dettaglio sul quale non vogliamo insistere. Vista la totale chiusura per la pista ciclabile lungo la via Capannaguzzo (sarebbe un chilometro da coprire, con interventi da suddividere tra i due Comuni confinanti) ora si sta ragionando di un collegamento tramite autobus per portare i cittadini di Bulgarnò a Gambettola, con eventuale coincidenza con la corsa del 21 che arriva in città".

Viene spiegato ancora da Bulgarnò: "Quello che dispiace, senza voler essere polemici, è la disparità di trattamento tra situazioni analoghe. A noi è stato più volte ribadito che “siamo lontani dalla città” e che questa sorta di colpa non è dovuta al Comune. Come se decidere di abitare fuori dalla città fosse un fatto da non valorizzare. Anzi, sembra quasi da biasimare, in controtendenza rispetto a chi cerca di favorire il presidio del territorio. Secondo, ci è stato ribadita la totale chiusura per la pista ciclabile. Da noi sarebbe un chilometro, lungo la via Capannaguzzo (dall’incrocio con la via Branchise a quello con la via Malvasia/Fondi I); a Borgo delle Rose sono 650 metri. Da noi la pista ciclabile servirebbe un’area con almeno 7-800 abitanti, a Borgo delle Rose ne servirà una con circa cento abitanti. Non vogliamo aggiungere altro. Desideriamo fare conoscere questi nostri punti di vista, ampiamente condivisi in paese. Una frazione di campagna il cui borgo dista otto chilometri e mezzo dal centro di Cesena, due dalla piazza del comune di Gambettola e poco più di dieci dal mare di Cesenatico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Lotta' per le piste ciclabili: "Bulgarnò più popolosa di Borgo delle Rose, ma la nostra richiesta è rimasta lettera morta"

CesenaToday è in caricamento