menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore Benedetti

L'assessore Benedetti

Lotta alle dipendenze: si allarga il progetto di prevenzione rivolto alle scuole

Come lo scorso anno, il progetto è articolato in due parti, con iniziative rivolte rispettivamente agli insegnanti e agli studenti

Si intensifica l’impegno dell’aministrazione comunale di Cesena nella lotta contro le dipendenze. Dopo l’esperienza positiva dello scorso anno scolastico, torna, ampliato, il progetto di sensibilizzazione e prevenzione rivolto agli insegnanti e agli studenti delle scuole superiori promosso dal Centro di Documentazione Educativo del Comune insieme all’ Unità Operativa Dipendenze Patologiche e all’Ufficio Educazione alla Salute - Progetto Scuole di Cesena dell’Ausl Romagna e con la collaborazione delle associazioni attive su questi temi.

"Questa iniziativa – spiegano il sindaco Paolo Lucchi e l'assessore ai Servizi per le Persone Simona Benedetti - rappresenta un tassello importante nel nell’articolato quadro di azioni di vario tipo che stiamo promuovendo per contrastare i diversi tipi di dipendenza, e si affianca ad altre iniziative che, pur muovendosi su terreni diversi, hanno lo stesso obiettivo. Così, ad esempio, per quanto riguarda la ludopatia, il percorso proposto al mondo della scuola, si affianca ed è complementare da un lato agli incontri di sensibilizzazione nei quartieri e dall’altro agli incentivi destinati ai locali pubblici che rinunciano alle slot. Del resto, si tratta di temi cosi delicati e complessi che sarebbe ingenuo ritenere di poterli affrontare intervenendo su un solo versante”.

Il progetto per l’anno scolastico 2016/2017 è stato messo a punto tenendo conto anche dei suggerimenti arrivati dalle scuole che avevano partecipato alle precedenti iniziative, e abbraccia vari tipi di dipendenza. In questo senso, la novità più rilevante è rappresentata dal fatto che quest’anno, oltre che di sostanze stupefacenti e di gioco d’azzardo, si parlerà specificamente anche di dipendenza dalle nuove tecnologie. Come lo scorso anno, il progetto è articolato in due parti, con iniziative rivolte rispettivamente agli insegnanti e agli studenti. Si comincerà con una serie di quattro incontri seminariali destinati agli insegnanti. Ognuno di essi affronterà un tema specifico, con l’intervento di un esperto. Si comincerà il 10 novembre parlando delle dipendenze (sia da sostanze che di tipo comportamentale) con Michele Sanza, direttore dell’ Unità Operativa Dipendenze Patologiche AUSL Romagna, sede di Cesena. si proseguirà, il 17 novembre, con Marusca Stella, psicoterapeuta, che approfondirà le specificità dell’abuso nel periodo adolescenziale.

Il 24 Novembre al centro dell’attezione ci sarà il gioco d’azzardo, con l’intervento di Gianluca Farfaneti, psicologo e psicoterapeuta responsabile del Centro Diurno La Meridiana. Infine, con Francesco Rasponi, psicologo e psicoterapeuta, si approfondirà il tema della dipendenza dalle nuove tecnologie (smartphone, tablet, social network, ecc.) Tutti gli incontri si terranno in orario pomeridiano presso il Centro di Documentazione Educativa “G. Zavalloni”, in via Aldini n. 22, e rientreranno nella formazione accreditata. Anche per gli studenti delle scuole superiori si è pensato a un ciclo di incontri, anche di carattere laboratoriale, che sarà sviluppato in collaborazione con i docenti delle classi coinvolte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento