Cronaca

Lotta al virus, i numeri della campagna vaccinale: in provincia la prima dose a 36mila persone

Tra questi 21.043 sono immunizzati poichè è stata somministrata anche la seconda dose. Questi dati sono stati diffusi mercoledì dall’Ausl Romagna

Continua la campagna vaccinale anti-covid nella provincia di Forlì-Cesena. Sono poco più di 36mila coloro che hanno ricevuto la prima dose di vaccino e tra questi 21.043 sono immunizzati poichè è stata somministrata anche la seconda dose. Questi dati sono stati diffusi mercoledì dall’Ausl Romagna nel suo consueto bollettino settimanale, con la situazione aggiornata al 22 marzo. In Romagna la prima dose è stata inoculata a 100.723 persone, dato che comprende anche la vaccinazione al personale scolastico, e di queste 57.540 hanno già ricevuto anche la seconda.

In Romagna è stato somministrato il 48,8% delle dosi disponibili di AstraZeneca, pari a 22.188 dosi inoculate. Il dato è condizionato dal temporaneo stop alle somministrazioni con questo vaccino dopo alcuni casi di morti sospette in Europa, riprese venerdì scorso dopo il parere positivo dell'Agenzia Europea del Farmaco che l'ha definito "sicuro ed efficace". Questo stop ha inciso sulla campagna vaccinale al personale scolastico: se al 16 marzo in Romagna avevano ricevuto la prima dose 12.382 insegnanti, al 22 ne risultano 160 in più (per Forlì-Cesena la crescita è stata di sole 80 unità, per un totale da inizio campagna di 4588 prime dosi somministrate).

Decisamente più alta la percentuale di utilizzo dei vaccini Pfizer e Moderna. Del primo in Romagna sono state somministrate 126.598 su 127.800 consegnate, pari al 99%, mentre di Moderna le dosi a disposizioni erano decisamente inferiori, 10.090, con il 93.9% delle inoculazioni effettuate (9.479). Nel frattempo si attendono le nuove forniture, con la Regione Emilia Romagna che ha chiesto alle aziende sanitarie di richiamare gli over 80 che avevano trovato posto per le vaccinazioni anti-Covid solo tra la fine di aprile e il mese di maggio.

Il focus sugli operatori sanitari

Per quanto concerne gli operatori sanitari, comprensivo di medici, infermieri, veterinari e personale amministrativo e tecnico, risulta potenzialmente immune l'80,9% sul totale (20.485). Su 10.649 tra infermieri e caposala l'83% è potenzialmente immune e il 76.2% è stato vaccinato, mentre non hanno ricevuto il siero poichè già contagiati dal virus 725 persone. Per quanto riguarda i medici, all'82.4% è stato inoculato il vaccino (3360 su 4.079), mentre sono 188 coloro potenzialmente immunizzati in quanto hanno già contratto il virus e 531 suscettibili ad infezioni. Su 1.857 operatori socio-sanitari, il 64.9% ha aderito alla campagna vaccinale, mentre 258 non hanno ricevuto il siero in quanto già precedentemente contagiati (sono 393 quelli suscettibili a reazioni).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta al virus, i numeri della campagna vaccinale: in provincia la prima dose a 36mila persone

CesenaToday è in caricamento