Longiano, tra le tante novità spuntano due presepi con i mattoncini Lego

In mezzo a tante novità, spiccano due presepi realizzati con i mattoncini Lego, uno dall’Associazione Brick World Clan e l’altro dal piccolo Sebastiano Rava, di nove anni

"Longiano dei Presepi" continua con un’ottima affluenza di visitatori, che giungono in paese per immergersi nell’incanto e nella magia del Natale, lungo un percorso di più di quaranta punti-presepe e di innumerevoli Natività nel Centro storico. 

In mezzo a tante novità, spiccano due presepi realizzati con i mattoncini Lego, uno dall’Associazione Brick World Clan in collaborazione con San Marino Comics e l’altro dal piccolo Sebastiano Rava, di nove anni.

L’idea del presepe realizzato da Brick World nasce in seguito alla proposta avanzata dal Comune di Longiano, organizzatore di della manifestazione. La realizzazione del progetto è stata indubbiamente una sfida avvincente, dato che la casa produttrice dei famosi mattoncini a oggi non ha mai commercializzato set raffiguranti la Natività, per precise scelte commerciali, rendendo così ancora più impegnativo il progetto. Da qui la necessità non soltanto di realizzare in Lego il classico scenario della capanna, i pastori e tanto altro, impiegando esclusivamente materiale Lego e attenendosi agli stilemi della tradizione, ma anche e soprattutto il bisogno di inventare ex-novo con le minifigures (gli omini Lego, per intenderci) i personaggi caratteristici dei presepi. Si tratta insomma di una “M.O.C..”, ovvero My Own Creation, una creazione completamente originale, realizzata impiegando circa 20.000 pezzi e che ha richiesto quasi 200 ore di lavoro da parte del Clan. "Vi assicuriamo che non è stato semplice, abbiamo dato libero sfogo alla fantasia. Più e più volte personaggi,  ambientazioni, dettagli, hanno subito innumerevoli variazioni fin a divenire quello che oggi potete osservare nello splendido contesto della sala San Girolamo", precisano dall’Associazione. "Si è trattato indubbiamente di un accostamento inusuale, quasi una commistione tra il Sacro – la Natività – e il profano – un giocattolo, che è anche un esperimento volto a far incontrare quella che è la già citata grande tradizione italiana del Presepe, con una tecnica di costruzione ad oggi poco impiegata in questo campo. Ci auguriamo di avere raggiunto il Nostro obiettivo, quello di emozionare almeno un po’ i visitatori della mostra".

Anche il presepe in Lego realizzato da Sebastiano Rava è totalmente originale, ed è stato realizzato in circa 20 ore di lavoro, con più di 1000 pezzi. Come prima cosa è stato costruito il fondale (deserto, parte erbosa, fiume, strada, parte rocciosa), poi tutti gli edifici, e infine tutti i personaggi e i particolari. "Va guardato molto bene, perché ricco di particolari non visibili a colpo d'occhio, come l’incudine all’interno della grotta del fabbro, il pescatore che ruota su se stesso, il meccanismo rotatorio per alzare il secchio dal pozzo...Tra i personaggi, segnaliamo il percussionista e il 'polentaro'", puntualizza l’autore assieme alla mamma Silvia Bertoni. Qualche consiglio a chi si volesse cimentare a fare un presepe Lego? "Servono tanti pezzi piatti, tanti pezzi di colore marrone, vari pezzi speciali per arricchirlo, partire dal fondale per arrivare poi agli edifici...tanto impegno e non arrendersi".

La Sala San Girolamo è aperta, come tutto il percorso di Longiano dei Presepi, fino al 12 gennaio dalle 14.30 alle 18.30 tutti i sabati, le domeniche e i festivi; dal 21 dicembre fino al 6 gennaio, tutti i giorni, stesso orario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Scuole aperte o chiuse? "Ritorno progressivo alla normalità". Decisione dopo l'incontro coi sindaci

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

Torna su
CesenaToday è in caricamento