Aria Fresca: "La Torre campanaria è un rifugio per piccioni"

La lista Civica Aria Fresca pubblica sul proprio sito il punto della situazione sulle condizioni dei monumenti della città. "

ph ariafresca.org

La lista Civica Aria Fresca pubblica sul proprio sito il punto della situazione sulle condizioni dei monumenti della città. “Dal giugno 2010 - si legge - le arcate del loggiato sul castello Malatestiano sono sostenute da centine a raggiera sorrette da pali di metallo, pochi giorni fa raddoppiati su ordine dell’ingegnere strutturale. Già allora il colonnato si stava infatti sgretolando, probabilmente perchè l’anima di ferro, oggi a nudo in più punti e corrosa dalla ruggine, non scaricava correttamente il peso della struttura. Si rende perciò necessario un intervento di restauro il cui progetto esecutivo è approvato il 13 settembre 2011”.

“[...] A inizio settembre 2012 l’amministrazione riceve gli ultimi documenti necessari per poter sottoscrivere il contratto con la ditta vincitrice, e oggi, dopo oltre due anni di iter, stanno finalmente per partire i lavori. L’intervento è coperto interamente dal comune con soldi derivanti da un vecchio avanzo di bilancio e interesserà tutta la struttura del loggiato, dal parapetto alle arcate".

"Il parapetto - continua la Aria Fresca - sarà “scortecciato” di alcune file di mattoni per stendervi una robusta piastra di metallo su cui scaricare con più uniformità il peso della struttura. Alle colonne verrà incapsulata l’anima di metallo da due semicilindri ancorati alla piastra sottostante.
Un profilato a U correrà lungo il bordo degli archi e sarà l’unico intervento in metallo a rimanere visibile dopo la conclusione dei lavori. La piastra sarà infatti coperta in cotto così come le colonne, che riacquisteranno l’aspetto originario".

"Ma per una operazione necessaria che si avvia finalmente in porto altre, non meno importanti sotto il profilo della cura e valorizzazione del patrimonio pubblico, giacciono inerti.
Ad esempio il famoso piano di recupero del centro storico, di cui si parla dalla prima amministrazione Pascucci e oltre. Più volte s’è annunciato l’arrivo di soldi da un contributo regionale dall’allora assessore Leonardi. Questi soldi in realtà sono una mera previsione perchè finché il comune non presenterà progetti definitivi, e non preliminari o studi di fattibilità, non verranno sbloccati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Progetti che invece Montiano deve aver realizzato da un pezzo se da luglio 2012 fervono i lavori di rinnovamento del centro cittadino pagati anche con un importante contributo della Regione.
A Longiano dovrebbero consentire la sistemazione della cinta muraria perimetrale più bassa, che sta gonfiando, per la sistemazione delle aree verdi limitrofe e anche per l’intervento sulla torre campanaria. Torre che rimane chiusa al pubblico perchè le scale non sono in sicurezza, mancando in gran parte di ringhiere, e serve invece da ricovero ai piccioni che vi nidificano riempendola di guano.
Invitiamo l’assessorato al centro storico a impegnarsi per porvi rimedio quanto prima.
Rileviamo infine che a seguito della nostra pungolatura sono comparse nuove illuminazioni a led sul terrazzo del castello. Si trovano appoggiate sulla mura, ai due angoli, con i cavi liberi lungo le stesse, fermate da un semplice mattone posto sulla forcella".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento