rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca San Mauro Pascoli / Via della Poesia

C'è troppo chiasso di sera al parco, scende di casa e minaccia i ragazzi con un tirapugni: denunciato

Una lite che fortunatamente è rimasta solo a livello verbale, non degenerata grazie all'intervento della Polizia locale di San Mauro, ed in supporto dei Carabinieri

Una lite che fortunatamente è rimasta solo a livello verbale, non degenerata grazie all'intervento della Polizia locale di San Mauro, ed in supporto dei Carabinieri. Ma un 30enne è sceso di casa minacciando con un tirapugni un gruppo di giovani che evidentemente disturbava il suo riposo. E' accaduto a San Mauro Pascoli una settimana fa, nella cornice del parco pubblico di via della Poesia, in zona Nuova Conad, erano circa le 22:30 quando è partito l'alterco andato avanti per oltre un'ora. A scaldare gli animi probabilmente anche il caldo asfissiante di questi giorni.

Cosa è successo? In pratica un gruppo di 8 adolescenti (tutti minorenni) stavano facendo particolarmente chiasso. Urla e rumori che hanno fatto scendere di casa un 30enne che era letteralmente su tutte le furie. Sono volate parole grosse, qualcuno ha chiamato la Municipale che si è precipitata sul posto. I ragazzi hanno raccontato ai 2 agenti della Polizia locale che il 30enne aveva brandito un tirapugni e li aveva minacciati. Effettivamente ad un paio di metri di distanza, in mezzo all'erba, è stato ritrovato proprio il tirapugni, e gli accertamenti fatti hanno confermato quanto testimoniato dai ragazzi. Sono stati minuti di tensione, in quanto al parco sono arrivati anche alcuni genitori. La Polizia locale ha chiamato in supporto i Carabinieri, che sono giunti sul posto per placare gli animi. La vicenda si è conclusa con il sequestro dell'oggetto che è tassativamente vietato, per il 30enne è scattata una denuncia per minacce e porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è troppo chiasso di sera al parco, scende di casa e minaccia i ragazzi con un tirapugni: denunciato

CesenaToday è in caricamento