rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Giovani

Le nanotecnologie per l’ambiente, l’energia e l’agroalimentare: premiati i vincitori del progetto Steam

L'iniziativa ha coinvolto 23 ragazzi delle classi quarte e quinte dell'istituto tecnico Garibaldi Da Vinci di Cesena

Sabato si è tenuto l'incontro conclusivo del progetto Steam, che ha coinvolto 23 ragazzi delle classi quarte e quinte dell'istituto tecnico Garibaldi Da Vinci di Cesena. Il progetto ha portato all'interno della scuola le ricercatrici del Cnr, Silvia Panseri e Angela Gondolini, che hanno accompagnato i nostri ragazzi in un viaggio all'interno delle più innovative applicazioni nanotecnologiche attraverso seminari teorici, attività pratiche, come la costruzione Celle Solari a Sensibilizzante Organico(DSSC) e attività laboratoriali di gruppo che puntano a promuovere la conoscenza delle discipline scientifiche e a favorirne la diffusione

La conclusione di questo percorso è stato il contest finale in cui i ragazzi hanno presentato i loro lavori conclusivi in cui attraverso idee innovativi, giochi, siti web, quiz interattivi hanno dimostrato che le nanotecnologie possono essere comunicate anche con linguaggi differenti da quelli accademici e possono avere applicazioni molto diversificate ed ecosostenibili. Primo posto per il gruppo "? 1-4" composto Luca Turroni, Beatrice Biguzzi, Sofia Bisacchi e Alberto Boban, che hanno presentato la loro innovativa idea di realizzare manichette in struttura di fibre di amido ricoperte da una nanostruttura impermeabile che possono presentare i vantaggi di essere ecosostenibili, abbattere i costi di smaltimento, migliorare l’efficienza di irrigazione e rilasciare in fase di degradazione sostanze utili per il terreno

Secondo posto per il gruppo "Nano-onde", composto da Emily De Silvestri, Asia Fontana, Lorenzo DeNicolò e Gianluca Matteagi Gianluca), che ha presentato l’idea di creare con le nano strutture  materiali e tessuti che possano essere utilizzate per schermare le radiazioni elettromagnetiche, generate dagli smartphone, pericolose per la salute. Terzo posto per il gruppo "Spiderman" composto da Francesco Boccuzzi, Francesco Boschi, Jonathan Fabbri e Alice Tassinari Alice: attraverso la tuta di spiderman i ragazzi hanno presentato in modo semplice, spiritoso, ma anche scientificamente corretto, alcuni tra i più innovativi materiali nanotecnologici, che sono stati presentati nei seminari, con sorprendenti applicazioni che potrebbero trasformare qualsiasi persona in un supereroe come spiderman. Giada Pincio, Eleonora Venturi e Lorenzo Zavalloni hanno presento un sito web, mentre Lucia Bilancioni, Francesco Mancuso e Annamaria Molinari cruciverba e quiz interattivi.

secondi-classificati-steam-2terzi-classificati-steam-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le nanotecnologie per l’ambiente, l’energia e l’agroalimentare: premiati i vincitori del progetto Steam

CesenaToday è in caricamento