Lavoro nero nel cantiere di San Vittore, il Sindaco: ''Nessuna multa a Acer''

"Acer non ha ricevuto multe, perché in realtà non ha commesso alcuna inadempienza, omissione od irregolarità nello svolgimento della attività di competenza relativa al cantiere". Lo ha detto il sindaco Paolo Lucchi

Acer non ha ricevuto multe, perché in realtà non ha commesso alcuna inadempienza, omissione od irregolarità nello svolgimento della attività di competenza relativa al cantiere: ha corrisposto alla Ditta esecutrice quanto dovuto, liquidando gli importi relativi ai vari stadi di avanzamento dei lavori, sulla base della documentazione di regolarità contributiva rilasciata da Inps, Inail e Cassa Edile, e sempre regolare”. Sul caso delle irregolarità in un cantiere a San Vittore interviene il sindaco Paolo Lucchi.

“Proprio grazie alla puntuale rilevazione delle presenze dei lavoratori in cantiere, effettuate da Acer tramite il Coordintore per la sicurezza e trasmesse su iniziativa di Acer alla Guardia di Finanza, Inps e Direzione Provinciale del Lavoro hanno quantificato i contributi non versati, accertato le irregolarità e stabilito le sanzioni a carico del trasgressore, che è la ditta esecutrice dei lavori, la quale, per altro, ha presentato ricorso”, ha aggiunto il primo cittadino.

“Nel caso in cui il ricorso sia respinto, il primo a dover pagare i contributi (in misura maggiorata per il ritardo) e la salatissima multa sarà la Ditta esecutrice; in caso di sua inadempienza sarà il Consorzio vincitore della gara d’appalto, che aveva (regolarmente) affidato il lavoro – ha continuato Lucchi -; nel caso, infine, che anche il Consorzio non paghi, l’Acer sarà chiamato ad assicurare il pagamento dei contributi con la maggiorazione (importo massimo in gioco: 98.004 euro), ma ovviamente non la multa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ la legge a prevedere, giustamente, la garanzia del pagamento dei contributi dei lavoratori con lo strumento della “responsabilità sociale”, che coinvolge l’Ente appaltante Acer anche in assenza di specifiche responsabilità – ha continuato il sindaco di Cesena -. Naturalmente, la somma che Acer potrà essere chiamata a pagare sarà coperta ponendola a carico del Consorzio appaltatore e delle garanzie fideiussorie prestate per l’appalto. Nessun impatto, quindi, sul bilancio del Comune di Cesena e sul bilancio di Acer”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento