Lavori per l'anti-sismica a scuola, studenti in un prefabbricato per un anno

"L'intero edificio scolastico sarà interessato ai lavori e quindi occorreva individuare una nuova sistemazione per le classi. Fra le ipotesi prese in esame, c'era lo svolgimento di doppi turni, che però avrebbe creato notevoli disagi"

Sarà un prefabbricato ad ospitare gli alunni delle scuola primaria di Borello durante i lavori di miglioramento sismico che interesseranno la loro scuola a partire dalla prossima estate e dureranno circa un anno. E’ questo il risultato scaturito dall’assemblea pubblica convocata a Borello nella serata di lunedì 24 febbraio proprio per discutere delle soluzioni possibili da adottare in vista dell’avvio del cantiere.

All’incontro, a cui ha partecipato un centinaio di cittadini, sono intervenuti per il Comune l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi, il Dirigente dell’Edilizia scolastica Gualtiero Bernabini. Presenti anche i dirigenti scolastici dei plessi coinvolti, il Presidente di Quartiere Roberta Franceschini, e l’Assessore alla Scuola e servizi scolastici di Mercato Saraceno Monica Rossi (molti bambini che frequentano la scuola arrivano anche da quel comune).

“In un primo tempo il progetto di adeguamento sismico relativo alla scuola di Borello – ricordano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore Miserocchi – prevedeva solo il rifacimento del tetto, e in questo caso l’intervento non avrebbe interferito più di tanto con l’attività didattica. Ma grazie al contributo di circa 860mila euro arrivato dalla Regione, abbiamo potuto ampliare il progetto iniziale estendendolo a tutto il fabbricato, in modo da ottenere un risultato completo e omogeneo. Così, però, l’intero edificio scolastico sarà interessato ai lavori e quindi occorreva individuare una nuova sistemazione per le classi. Fra le ipotesi inizialmente prese in esame, c’erano lo svolgimento di doppi turni, che però avrebbe creato notevoli disagi per gli scolari e le loro famiglie, oppure il frazionamento della scolaresca fra le scuole medie di Borello e di San Carlo, utilizzando alcuni locali presenti nei due plessi. Anche questa alternativa, però, presentava alcuni inconvenienti: alle due scuole medie sarebbe stato chiesto di rinunciare per un anno a tutti gli spazi destinati alle attività di laboratorio; senza contare il disagio delle famiglie costrette a portare i bambini fino a San Carlo e, più in generale, l’esigenza manifestata dall’intera cittadinanza di mantenere anche in questa fase l’unità della scuola elementare, sentita come un elemento di enorme valore e di forte identità per tutto il paese. Dopo una serie di verifiche, quindi, siamo arrivati a mettere a punto la proposta, che abbiamo presentato lunedì, di realizzare una struttura prefabbricata dove trasferire l’attività scolastica”.

IL PREFABBRICATO La nuova soluzione prospettata dall’Amministrazione ha registrato un consenso pressoché unanime nell’assemblea (solo due persone si sono espresse contro). Così, durante i lavori sulla loro scuola, gli alunni delle elementari di Borello (attualmente 169, suddivisi in 9 classi) avranno disposizione un prefabbricato di almeno 400 metri quadrati, che dovrebbe sorgere nell’area verde antistante alla media di Borello: al suo interno dovrebbero trovare posto almeno 7 aule. Gli ulteriori spazi necessari per l’attività didattica della primaria (l’anno prossimo si prevede che siano attive 10 classi) saranno reperiti nei locali messi a disposizione dalla media.

Dopo aver considerato la possibilità di noleggiare il prefabbricato (per un costo di circa 200mila euro per i 10 mesi previsti), l’Amministrazione comunale ha optato, invece, per acquistarla, con una spesa prevista intorno ai 400mila euro. “Abbiamo preso questa decisione – spiegano il Sindaco Lucchi e l’Assessore Miserocchi – tenendo conto del fatto che nei prossimi anni anche altri plessi saranno sottoposti a ristrutturazioni importanti e avranno bisogno di spazi alternativi. Quindi cercheremo una struttura che possa essere facilmente riutilizzata anche in futuro”.

La consegna dei lavori per l’adeguamento sismico della scuola elementare avverrà entro il mese di maggio, in modo che il cantiere parta subito dopo la fine dell’anno scolastico. L’intervento avrà la durata di un anno. contestualmente saranno svolte le procedure per la costruzione del prefabbricato, in modo da essere pronti nel prossimo settembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’assemblea di Borello si conclusa con l’ impegno per un nuovo incontro non appena saranno messi a fuoco tutti gli elementi necessari per consentire ai dirigenti scolastici di delineare la nuova organizzazione degli spazi e delle attività. A quel punto si parlerà anche degli interventi di riorganizzazione della circolazione intorno all’area scolastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento