Piove in chiesa, per rifare il tetto scatta la raccolta di offerte "a metro quadro"

La parrocchia di Villachiaviche di San Giuseppe Artigiano è sotto i ferri, la struttura edile della chiesa e della canonica risale al 1961 e dopo oltre cinquant’anni richiede diversi lavori. Questa volta tocca al tetto e l’originale raccolta lanciata dal parroco don Daniele Bosi è quella dell’ “offerta a metro quadro”

La parrocchia di Villachiaviche di San Giuseppe Artigiano è sotto i ferri, la struttura edile della chiesa e della canonica risale al 1961 e dopo oltre cinquant’anni richiede diversi lavori, in parte fatti e in parte da fare. Questa volta tocca al tetto e l’originale raccolta lanciata dal parroco don Daniele Bosi è quella dell’ “offerta a metro quadro”. I lavori in corso sono quelli sul tetto della canonica, dove viene applicata carta catramata e isolante, sostituendo i coppi sfaldati o rotti dal tempo.


Spiega Don Daniele: “Chiediamo una mano e lanciamo una proposta, che inizieremo domenica 30 novembre prima o dopo le Sante Messe delle ore 7.30 – 9.30 – 11 - 19: aiutarci nel rifacimento del tetto della chiesa, che è la seconda casa dei parrocchiani. Abbiamo fissato 25 euro al metro quadrato come prezzo base, in modo che tutti (anche chi ha più difficoltà economiche possa dire “Anche io ho dato la mia parte, ho donato 1 metro di tetto alla mia chiesa”). Chi volesse e se lo può permettere, può lasciare qualcosa in più acquistando più metri”.


Dopo la ristrutturazione totale del bar, si è partiti col mettere mano al complesso parrocchiale, con l’idea e la volontà di fare “bene i lavori nelle zone dove passiamo”, senza doverci rimettere mano subito, facendo ogni intervento seguendo una logica generale di eliminazione delle barriere architettoniche e della massima funzionalità. Spiega ancora il parroco: “Tra qualche settimana metteremo mano al tetto della chiesa, dove piove in più punti e i graffiti di Casaril, fratelli di quelli della cappella del seminario, si stanno notevolmente deteriorando. Il grazie più grande v ai parrocchiani, generosi sia economicamente ma anche disponibili nella manovalanza gratuita. Da poche settimane si è costituito anche il gruppo “Marta e Maria”, fatto da oltre 25 persone , oltre i gruppi normali di pulizia della chiesa e degli ambienti, che sono disponibili per i lavori straordinari, come mercoledì scorso nel sistemare una sala per tutti i costumi delle recite”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento