Cronaca

Laura Bosso porta le sue creazioni al Fuorisalone di Milano

L'artista cesenate che crea le ceramiche "da indossare" di Baulhaus: "Terrò alto il nome della Romagna"

Quest'anno anche un'azienda cesenate al Salone Internazionale del Mobile di Milano, evento di punta del calendario del capoluogo lombardo che richiama ogni anno circa 300.000 visitatori da tutto il mondo. Si tratta di Baulhaus, apprezzato atelier di ceramiche handmade che già dal 2015 ha iniziato a farsi conoscere grazie a svariate partecipazioni alle più importanti manifestazioni del settore handmade della zona, come Matrioska a Rimini o Capsula a Bologna.

Dietro al progetto Baulhaus si cela la cesenate Laura Bosso: trentasei anni, una formazione artistica iniziata presso le Università di Ferrara e di Bologna e culminata con il Master in Storia dell'Arte conseguito presso La Sorbonne di Parigi. “Le mie due passioni principali sono sempre state la scultura e l'illustrazione – spiega – e la ceramica è il medium perfetto per fonderle”.

L'approccio alla ceramica di Laura è completamente originale e singolare: Baulhaus, infatti, non produce complementi d'arredo quali piatti o vasi, ma creazioni da indossare. "Di solito, chi pensa alla ceramica è portato a ritenerla un materiale fragile e pesante, difficilmente indossabile nella vita di tutti i giorni – afferma Laura – ritengo al contrario che possa essere molto elegante da sfoggiare. D'altronde, ogni articolo è un pezzo unico, ognuno con le proprie peculiarità e che nessun altro possiede". Collane di limoni, peperoncini o crudités, spille con il volto di Woody Allen, irriverenti anelli. Il campionario di creazioni handmade è vario, inusuale e in continua crescita, seguendo la vena creativa della sua fondatrice. Una vena creativa che non è sfuggita all'occhio attento degli organizzatori del Milan Design Market, che tra i trenta designer da tutto il mondo che affolleranno lo studio fotografico “Giovanni Rizzotti” di via Pastrengo 14 hanno voluto anche la ceramista cesenate.

laura bosso1-2

“Sarà la mia prima volta al Fuorisalone – rivela Laura – sono ovviamente molto emozionata: mi sento un po' la Cenerentola di questa manifestazione. Quando ho iniziato a produrre ceramiche handmade, poco meno di due anni fa, non avrei mai creduto che in così poco tempo il mio prodotto sarebbe stato selezionato per un evento internazionale tanto importante. Esporrò assieme ad artisti olandesi, giapponesi, tedeschi, turchi: il mio obiettivo è quello di tenere alto il nome e la grande tradizione non solo del Made in Italy, ma anche della Romagna”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laura Bosso porta le sue creazioni al Fuorisalone di Milano

CesenaToday è in caricamento