Lastre di ghiaccio sulle strade, Ugl: "Grave pericolo, tante segnalazioni di persone cadute"

Il sindacato Ugl denuncia: "Il pericolo era prevedibile ma il Comune non ha fatto nulla"

Chi si trova in queste ore a spostarsi a piedi per la città sta facendo i conti con vere e proprie lastre di ghiaccio su strade e marciapiede, che possono provocare rovinose cadute.

“Il pericolo era in agguato , prevedibile e ben conosciuto, ma nulla è stato fatto per ridurre al minimo i problemi” a lanciare l'allarme è il sindacalista Maurizio Ricci, del direttivo provinciale Ugl di Forlì-Cesena,  che  lamenta "la sostanziale assenza di  misure preventive”  per limitare i danni che ogni volta si verificano quando le strade e i marciapiedi , in seguito a neve e gelate , si trasformano in  lastre di ghiaccio. "Già si conoscono segnalazioni di tante persone cadute rovinosamente sul ghiaccio a Cesena, martedì mattina".

Ricci segnala in particolare  "il caso della scuola primaria ‘Fiorita’ in via Veneto, dove a causa delle lastre di ghiaccio un bambino è caduto davanti ai miei occhi. Le persone, anche gli adulti, stentavano a camminare, a stare in piedi. Mi chiedo  perché il Comune non si sia  attrezzato per tempo con quel  sale speciale, chiamato 'fondente', un  particolare prodotto che consente di sciogliere il ghiaccio fino a 30 gradi sotto zero, ritenuto di grande  efficacia anche per climi glaciali".

“Faccio presente - prosegue il sindacalista Ugl - che questo prodotto antighiaccio è stato già utilizzato da altre amministrazioni comunali , come ad esempio Bologna" "Stiamo assistendo - conclude Ricci - alla totale assenza e inefficienza  dell’amministrazione nel garantire , a distanza di 36 ore dalla nevicata del weekend,  una  gestione ordinaria della viabilità e percorribilità urbana cittadina per garantire la sicurezza dei cesenati".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porta un "Oktoberfest" a Cesena, dopo tanta 'cultura' in giro per l'Europa apre la birreria

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Si cerca un nuovo proprietario per l'hotel, la base d'asta è 1,8 milioni di euro

  • Ospedale Bufalini, nuovo riconoscimento internazionale per la Neurochirurgia

  • Bloccarono i cancelli dell'azienda: "Per 14 lavoratori licenziamento definitivo, pronta la causa"

  • Pago e Rice tra gli attori, parte "Dittatura last minute": viaggio nella Romania di Ceausescu

Torna su
CesenaToday è in caricamento