menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lancia un sasso al pullman del Cesena e ferisce uno steward: si costituisce

Il responsabile lunedì si è presentato in Questura a Perugia ed ha chiesto di parlare con la Digos. Ai poliziotti della Sezione Tifoserie ha riferito “di sentirsi in colpa per il gesto compiuto "

Un sasso destinato al pullman dei giocatori del Cesena: era questo lo scopo con cui l'oggetto era stato pericolosamente scagliato in aria da un tifoso umbro nel teso dopo-partita allo stadio Curi di Perugia, sabato nel corso dell'ultima partita con i bianconeri. Il sasso è finito in testa ad uno steward, che è stato colpito ad una tempia. L'uomo è caduto a terra sanguinante e subito soccorso dal personale del 118.

Il responsabile lunedì si è presentato in Questura a Perugia ed ha chiesto di parlare con la Digos. Ai poliziotti della Sezione Tifoserie ha riferito “di sentirsi in colpa per il gesto compiuto e di volersi assumere le proprie responsabilità per un gesto dettato dall’ira”, compiuto sabato pomeriggio fuori dallo stadio Curi. L'uomo ha spiegato di “aver lanciato un sasso in direzione del pullman del Cesena”. Commerciante, 43enne, incensurato, non appartenente ai gruppi Ultras ma grande appassionato del Perugia, infuriato per un risultato sportivo non soddisfacente, aveva atteso l’uscita del pullman del Cesena e aveva sfogato la propria rabbia con quel lancio del sasso.

“Quando ha visto cadere lo steward - spiegano dalla Questura - si è molto spaventato e il senso di colpa è diventato insopportabile, aggravato dalla consapevolezza che prima o poi le immagini avrebbero rivelato l’autore del gesto sconsiderato: ecco il desiderio di chiedere scusa a tutti per l’errore commesso e il suo mettersi a disposizione della giustizia”. L’uomo, viste le circostanze, è stato denunciato. Per lui sono state avviate le procedure per il Daspo. Intanto proseguono, nel massimo riserbo, gli accertamenti degli investigatori sul caos scatenato da un piccolo gruppo di tifosi del Perugia in occasione dell’ultimo incontro casalingo con il Cesena; sono attesi importanti sviluppi già nelle prossime ore.


Dopo la partita, terminata 0-0, circa una cinquantina di supporter biancorossi, col volto travisato, hanno prima tentato l'incursione negli spogliatoi, da dove sono stati respinti. Poco dopo, però, fuori dallo stadio avrebbero dato vita ad una sassaiola contro gli agenti e i mezzi della questura. I tifosi perugini hanno infine cercato di incontrare gli avversari nella zona tra l’ostello Spagnoli e la scuola Capitini, a pochi metri dallo stadio. La polizia ha quindi reagito con un lancio di lacrimogeni. Tre agenti sono rimasti feriti lievemente, a cui c'è da aggiungere appunto uno steward della società biancorossa, colpito da un sasso nel momento in cui il pullman del Cesena si stava allontanando dal Renato Curi. Portato in ospedale, per fortuna non era grave.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento