Ladri alla Carducci: "Lavoro qui da vent'anni, mai successi 2 furti in un mese"

La lettera dei bambini ha commosso tutti, Comune e privati si sono subiti attivati in una gara di solidarietà

foto repertorio

Hanno preso carta e penna scrivendo una tenera lettera ai ladri. Le forze dell'ordine li stanno cercando ma i bambini della scuola elementare Carducci hanno dimostrato di averli già perdonati. "Li perdoniamo ma gli chiediamo di restituirci quello che hanno preso, però le caramelle possono tenersele". Ha commosso un po' tutti la risposta degli alunni al furto subito nella notte tra il 10 e l'11 dicembre. I ladri sono entrati in azione depredando la scuola di oltre 70 tra pc e tablet, non impietosendosi neanche di fronte alle caramelle e ai pochi euro del fondo cassa del mercatino di Natale per i bambini della scuola dell'infanzia. 

Ora l'obiettivo sarà non solo riportare tablet e pc ai bambini, ma anche garantire la sicurezza dei bimbi in una scuola che nell'ultimo mese, ha subito due furti. "Siamo molto preoccupati - spiega una delle responsabili amministrative della scuola - il furto dello scorso lunedì si somma a quello che avevamo già subito il 2 novembre. Lavoro da 20 in questa scuola e non mi era mai capitata una situazione del genere. Lo scorso 2 novembre i ladri avevano messo tutto a soqquadro e portato via pochi spiccioli. Per fortuna non teniamo i fondi a scuola, ma è stato forte lo spavento quando ci siamo accorti di quello che era successo". 

Poi è arrivato il secondo colpo, nella notte tra il 10 e l'11 dicembre. Stavolta il danno è stato ingente, le aule sono state razziate di circa 70 dispositivi elettronici, tra tablet e pc, per un danno di oltre 10mila euro. "Stavolta i ladri sono andati a botta sicura, questo un po' mi insospettisce, anche il portatile che era nel mio uffico è sparito. Sono entrati senza forzare il cancello, suppongo che erano almeno in due per portare via tutta quella roba. Quello che ci rincuora molto è che è scattata una gara di solidarietà. Ovviamente i genitori, che sono i più colpiti dalla vicenda, si sono subito attivati con delle donazioni al conto corrente bancario della scuola. Ci ha fatto molto piacere l'iniziativa di un privato (Paolo Marcigliano dell'Immobilare Vitali ndr), che si è attivato per donarci dei computer inutilizzati nella sua azienda. Ma anche il Comune non è assolutamente rimasto insensibile alla vicenda, l'amministrazione si è subito attivata per reperire dei fondi nel bilancio comunale, per consentirci di riacquistare i materiali rubati". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento