Cronaca Gambettola

Ladri di marmitte 'scatenati', proseguono le segnalazioni: rabbia sui social per il nuovo business

"Volevo segnalare - scrive una utente del gruppo Facebook - che nel parcheggio in via Foro Boario (straccivendolo) quindi in pieno centro e in pieno giorno, mi hanno tagliato la marmitta e rubato il catalizzatore della mia auto"

Proseguono le segnalazioni sul gruppo Facebook "Sei di Gambettola se" di furti di marmitte. Già nelle scorse settimane era stato lanciato l'allarme. Grande disappunto ovviamente degli automobilisti che continuano a segnalare questa tipologia di colpi nel paese, un nuovo 'business' che si sta diffondendo in tutta Italia. La rabbia è tanta quando si trova la brutta sorpresa dopo aver lasciato in sosta la macchina.

"Volevo segnalare - scrive una utente del gruppo Facebook - che nel parcheggio in via Foro Boario (straccivendolo) quindi in pieno centro e in pieno giorno, mi hanno tagliato la marmitta e rubato il catalizzatore della mia auto che era parcheggiata mentre ero al lavoro. Chiedo a chi vede persone che armeggiano sotto le auto di segnalare a chi di dovere, poiché mi risulta che ultimamente di questi casi ce ne siano parecchi. Mi dicono che con  la vendita dei catalizzatori si possono ricavare parecchi soldini".  

In effetti il boom di questo tipo di furti ha una motivazione ben precisa che va ricercata nei materiali che compongono gli scarichi delle automobili di ultima generazione. I catalizzatori delle auto nuove infatti contengono tracce di metalli nobili come il palladio, un sottoprodotto di nichel e platino, che ha un valore al grammo superiore ai 60 euro. Si tratta inoltre di furti molto rapidi da mettere in atto per i malviventi che ovviamente con l'estrazione danneggiano anche la vettura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri di marmitte 'scatenati', proseguono le segnalazioni: rabbia sui social per il nuovo business

CesenaToday è in caricamento