Cronaca

La vita ai tempi del Coronavirus - "Sono una ragazza con disabilità, spero tutto passi al più presto"

"I miei educatori non possono più venire. Mia mamma ha paura che mi possano trasmettere il virus"

Per inviare un testo (meglio se con foto): redazione@romagnaoggi.it - indicare la città

Buon giorno sono Giorgia e ho 16 anni sono una ragazza con disabilità.  Prima della quarantena tutte le mattine mi svegliavo alle 06.30 ed ero molto contenta perché potevo andare a scuola per vedere i miei compagni di classe. Nel pomeriggio venivano a casa i miei educatori che mi aiutavano in tutto,ma dal 25 febbraio tutto e cambiato. Adesso mi sveglio alle 10.30 perché non so cosa fare ,durante la mattinata gioco con il mio fratellino che ha 10 anni e si chiama Elia che mi fa passare il tempo, perché nel pomeriggio i miei educatori non possono più venire. Mia mamma ha paura che mi possano trasmettere il virus. Spero che tutto passi al più presto ,così possiamo tornare alla nostra vita normale.

Giorgia

La vita ai tempi del Coronavirus - Il diario dei nostri lettori

Vuoi raccontarci la tua storia? Mail a redazione@romagnaoggi.it - indicare la città

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vita ai tempi del Coronavirus - "Sono una ragazza con disabilità, spero tutto passi al più presto"

CesenaToday è in caricamento