La scuola elementare scommette sull'inglese col progetto bilingue: "Creiamo le basi per il futuro"

“Carducci Bilingual Course" ha ottenuto un finanziamento europeo denominato “InnovActions”, incentrato sull’innovazione didattica

Il Terzo Circolo Didattico di Cesena ha ottenuto il finanziamento di un progetto europeo Erasmus plus, denominato “InnovActions”, incentrato sull’innovazione didattica e metodologica che prevede, per gli anni 2021 e 2022, la partecipazione di 25 docenti a corsi di formazione e ad attività di job shadowing nei paesi dell’Unione Europea. In questo modo la scuola, anche attraverso un corso di formazione e potenziamento della lingua inglese, si aggiorna e si arricchisce delle esperienze europee per portare agli alunni nuove competenze utili per il loro futuro in un’ottica di comunità globale ed inclusiva.

VIDEO, la scuola: "E' un cambio di rotta"

carducci 1-2

Questa mattina alla presenza del Dirigente del Terzo Circolo Didattico Enrico Flamigni e delle insegnanti Marica Marchi e Bruno Borgognoni, referenti del progetto, il Sindaco Enzo Lattuca e l’Assessora ai Progetti europei Francesca Lucchi hanno presenziato al lancio di Erasmus Plus partecipando al primo incontro online tra gli studenti della “Carducci” e i loro colleghi norvegesi di Florvag, che si trova a poca distanza dalla città di Bergen. “Grazie alla Scuola primaria Carducci e al suo dirigente Enrico Flamigni – commenta il Sindaco – da settembre partirà nella nostra città un corso di istruzione bilingue a tempo pieno per la scuola primaria, che prevede che il 25% dell’insegnamento sia svolto in lingua inglese. Si tratta di un nuovo modo per fornire agli alunni, già dall’inizio del loro percorso scolastico, nuove competenze utili per il loro futuro, in un’ottica di comunità globale ed inclusiva. Sappiamo quanto sia importante aprirsi all’Europa e investire nella dimensione europea. Cesena lo sta già facendo in numerosi altri ambiti e oggi c’è la possibilità di farlo anche tra i banchi di scuola sin dalla prima istruzione. Una nuova esperienza che ha tutto il nostro sostegno, soprattutto in un anno così particolare”.

carducci 3-2

La visione europeista e internazionale che ci appartiene, si concretizza nel Progetto “Carducci Bilingual Course” che la scuola primaria Carducci offrirà per le future classi prime a partire già dal prossimo anno scolastico: è un progetto di istruzione bilingue per la scuola primaria che prevede che il 25% del curricolo, ovvero l’insegnamento di almeno due discipline da scegliere tra Arte, Geografia e Scienze, sia insegnato in lingua inglese, che viene così appresa per “immersione”. Le materie insegnate in lingua inglese offrono un monte orario settimanale di almeno 7 ore. Quasi 1200 nel corso di studi (contro le ordinarie 462). Il corso sarà a tempo pieno, per 40 ore di frequenza (con mensa inclusa).

La realizzazione del progetto

Il progetto intende dare l’opportunità ai bambini di entrare in contatto con la lingua inglese in maniera precoce, con una metodologia innovativa per offrire una maggiore apertura mentale e un apprendimento più attivo con un approccio più pratico e comunicativo incentrato sul “Learning by doing”. L’insegnamento bilingue precoce offre ai bambini vantaggi evidenti in termini di sviluppo linguistico, interculturale, sociale, cognitivo e personale, senza alcuna perdita nella loro lingua madre o nell’apprendimento di materie basilari. Il lavoro sarà graduale, adeguato alle abilità sviluppate e rispettoso dei tempi di crescita dell’infanzia. Essendo un corso a tempo pieno, il carico dei compiti a casa sarà limitato; sono ugualmente previsti alcuni approfondimenti disciplinari e l’avvio allo studio personale a casa in autonomia e/o con il supporto delle famiglie.

Le modalità didattiche più utilizzate saranno: story-telling; role-play lavori di gruppo; realizzazione di un prodotto; attività di TPR (Total Physical Response); attività di problem-solving; online/blended learning: gemellaggi con scuole europee per attività comuni; elaborazione di progetti da parte degli alunni su argomenti relativi alle discipline studiate in lingua. Le abilità linguistiche maggiormente sviluppate, soprattutto nelle prime fasi, saranno quelle orali con un ruolo significativo per l’ascolto e l’interazione orale, seguite da lettura e scrittura.

Caratteristiche dell’insegnamento sono: utilizzo della metodologia CLIL nella progettazione e realizzazione delle lezioni, nell’ottica del rispetto dei diversi stili di apprendimento e delle intelligenze multiple; approccio orale (supportato da materiali visivi e audio-visivi) per dare e ricevere informazioni, discutere, risolvere problemi, prendere decisioni; approccio graduale, che tiene conto della sequenza “comprensione – assimilazione - produzione”; utilizzo di tecniche multimediali e multimodali, che entrano a far parte della pratica didattica; utilizzo di tecniche di apprendimento cooperativo e collaborativo in classe (tutoraggio tra pari, suddivisione dei bambini in gruppi di lavoro).

carducci 4-2L’Amministrazione comunale accoglie con entusiasmo questa iniziativa, che è vista dall’assessora con delega ai Progetti europei Francesca Lucchi come una spinta alla formazione di competenze utili anche nel mondo del lavoro: “La formazione è alla base della società. Partire da questo contesto, la scuola primaria, e dare un imprinting internazionale porterà a lavorare nelle nostre imprese cittadini con competenze rafforzate, stiamo creando le basi per il futuro”. 

“La cosa positiva – spiega il sindaco Lattuca – è che anche nella scuola primaria della nostra città si parta con un progetto di avanguardia. Il Carducci è una scuola dinamica, vogliamo sostenere questa propensione a guardare avanti, soprattutto in un anno così particolare per tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento