menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Protezione Civile di Savignano in visita a Cento

. La delegazione era accompagnata dall'Assessore alla Protezione Civile del Comune di Savignano Nazzareno Mainardi e dal coordinatore dei volontari della Protezione Civile Comunale Giovanni Ramunno

Come si organizza un campo, come e in quali tempi è stato attivato il piano di emergenza. Queste e molte altre preziose informazioni tecniche sono state raccolte dal gruppo dei volontari della Protezione Civile di Savignano sul Rubicone recatisi a Cento in agosto. La delegazione era accompagnata dall'Assessore alla Protezione Civile del Comune di Savignano Nazzareno Mainardi e dal coordinatore dei volontari della Protezione Civile Comunale Giovanni Ramunno.

Un'occasione per manifestare ancora una volta al Comune di Cento la solidarietà istituzionale del Comune di Savignano sul Rubicone (già amico di Cento che è stato ospite del “Savignano Wine Festival” lo scorso mese di luglio attraverso la partecipazione dell'Assessore alle Politiche Sociali di Cento Massimo Manderioli) e un momento di “scuola” per la protezione civile savignanese i cui operatori hanno potuto vedere di persona le modalità di intervento attivate subito dopo il sisma del 20 maggio. Ad accogliere la delegazione savignanese, con entusiasmo e gratitudine, l'Assessore Manderioli.

L'Assessore Mainardi spiega che la visita voleva rappresentare “un gesto istituzionale doveroso e sentito di concreta vicinanza a quanti sono stati colpiti negli affetti e nel lavoro dal terremoto, oltre che agli amministratori locali dei comuni colpiti a cui siamo stati vicini sin dai primi momenti dell'emergenza. La visita ci ha dato anche la possibilità di acquisire conoscenze e competenze pratiche, rivelandosi un’occasione di crescita personale e di formazione”.

“E' stato importantissimo poter constatare come la presenza dei volontari sia stata fondamentale nelle prime sei ore dopo che si è verificato il terremoto” racconta Giovanni Ramunno. “Grazie ai volontari delle associazioni locali, si sono potute montare le tende ed allestire i materiali forniti dalla regione e dallo stato centrale offrendo un primo soccorso e il riparo utile ai cittadini rimasti privi della loro abitazione. In un secondo tempo sono entrate in campo le forze istituzionali presenti ancora oggi”.

“La scelta di adottare Cento – conclude l'Assessore Mainardi - cittadina ferrarese di 37 mila abitanti, nasce per naturale conseguenza di un rapporto di collaborazione e amicizia già in atto tra i nostri comuni”.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento