rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

La polemica su Ivo Oliveti si allarga, Cgil: "A Cesena una via dedicata ad un fascista della prima ora"

Si allarga la polemica che riguarda l'intitolazione di un parco a Borghi, in memoria di Ivo Oliveti. Dopo l'Anpi interviente la Cgil di Cesena attraverso la segretaria Silla Bucci

Si allarga la polemica che riguarda l'intitolazione di un parco a Borghi, in memoria di Ivo Oliveti. Dopo l'Anpi interviente la Cgil di Cesena attraverso la segretaria Silla Bucci: "Lascia allibiti la proposta del Comune di Borghi di intitolare un parco ad Ivo Oliveti, che a Borghi ha avuto i natali. Non è ragione sufficiente, la cittadinanza. Occorre valutare lo spessore, la personalità le azioni e le opere del soggetto.E questo certo il comune di Borghi non lo ha fatto.Diversamente saremmo di fronte ad una gravissima, inaccettabile sottovalutazione delle responsabilità di “essere fascista” nel ventennio".

Prosegue la nota: "La  storia di Ivo Oliveti non depone certo a suo favore. Fascista della prima ora,  segretario Federale del Partito Nazionale Fascista  sezione Emiliano-romagnola, Comandante della 82ma legione “Benito Mussolini” della famigerata Milizia, Giudice del Tribunale Speciale Per la difesa dello stato, ove si distinse per il sostegno della penna di morte agli oppositori antifascisti. Ispettore del Partito Nazionale fascista e componente il Direttorio nazionale di PNF. Questo il ritratto di uno dei peggiori esponenti della dittatura fascista. Ad un personaggio simile non si possono dedicare strade o parchi. Il Comune di Borghi riveda rapidamente la sua decisione e la cancelli, per rispetto alla Repubblica nata dalla Resistenza antifascista e soprattutto per rispetto alle vittime, torturate, seviziate ed uccise dalla milizia  e condannata al carcere o a morte dal Tribunale Speciale. Attività nelle quali Ivo Oliveti eccelleva, come la sua storia personale racconta".

La Cgil allarga la questione anche a Cesena: "L’ occasione è propizia per porre una questione collegata: è accettabile che una strada del Comune di Cesena venga ancora dedicata ad un personaggio simile?  Ed una scuola, sempre intestata al gerarca fascista è compatibile con l’ idea di democrazia che la scuola deve sapere dare in ogni momento? La Cgil di Cesena chiede al comune di Borghi di annullare immediatamente la sua decisione; al Comune di Cesena di rivedere la intestazione della via dedicata al personaggio in quel comune; alla Provincia di cancellare immediatamente quel nome dalla scuola ad esso dedicata. La Cgil di Cesena esprime solidarietà all’ Associazione dei Partigiani ANPI di Forlì Cesena, pesantemente vilipesa da quella infausta decisione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polemica su Ivo Oliveti si allarga, Cgil: "A Cesena una via dedicata ad un fascista della prima ora"

CesenaToday è in caricamento