rotate-mobile
Sabato, 23 Settembre 2023
Cronaca Mercato Saraceno

"La nostra piscina ha chiuso, famiglie e imprese allo stremo", anche Mercato Saraceno contro il caro-bollette

Anche il comune di Mercato Saraceno aderisce con convinzione spegnendo il 10 febbraio dalle ore 20.00 alle ore 20.30 la zona pedonale di Viale Matteotti

ll Presidente dell'Anci, Antonio Decaro, in merito all'emergenza causata dall’aumento dei costi dell'energia ha promosso per giovedì 10 febbraio una protesta simbolica invitando i Comuni del Paese a spegnere l'illuminazione di un edificio rappresentativo o di un luogo significativo per la comunità per sensibilizzare il governo a prendere provvedimenti urgenti e strutturati e dare gli strumenti necessari sia ai comuni che alle famiglie per calmierare la spesa.

Anche il comune di Mercato Saraceno aderisce con convinzione spegnendo il 10 febbraio dalle ore 20.00 alle ore 20.30 la zona pedonale di Viale Matteotti.

"Siamo molto preoccupati per il l’aumento esponenziale del costo dell'energia - dichiara il Sindaco Monica Rossi - la nostra piscina ha chiuso per sei settimane perché il costo delle bollette non era sostenibile, i nostri esercenti già in sofferenza per la pandemia e ubicati in un piccolo comune montano sono allo stremo così come tante famiglie che si stanno rivolgendo in questi giorni al nostro sportello sociale per capire come poter affrontare il problema, senza contare che è stato un lungo e freddo inverno . Ma la questione riguarda anche il nostro ente pubblico che come tutti gli enti lavora su bilanci ben definiti per cui ci potremmo trovare già in aprile in sofferenza con decisioni dolorose da prendere, o tagliare i servizi o aumentare le tasse". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La nostra piscina ha chiuso, famiglie e imprese allo stremo", anche Mercato Saraceno contro il caro-bollette

CesenaToday è in caricamento