rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
25 aprile / Bagno di Romagna

"La memoria non è solo ricordo": Bagno di Romagna torna a celebrare la Liberazione in presenza

La cerimonia si svolgerà in Via Verdi 4, davanti alla sede del Comune, Palazzo Pesarini, a San Piero in Bagno. L’inizio è fissato per le 10:30, con il concerto di apertura della Banda Santa Cecilia

Dopo due anni di celebrazioni “in forma ridotta” a causa del covid, il Comune di Bagno di Romagna si prepara a celebrare di nuovo in presenza e con tutta la cittadinanza il 77° anniversario della Liberazione d’Italia dall’oppressione del nazi-fascismo, lunedì 25 aprile. La cerimonia si svolgerà in Via Verdi 4, davanti alla sede del Comune, Palazzo Pesarini, a San Piero in Bagno. L’inizio è fissato per le 10:30, con il concerto di apertura della Banda Santa Cecilia.

A seguire, l’intervento del sindaco Marco Baccini, della presidente di Anpi Alto Savio Mirta Barchi e lap Premiazione del concorso “La memoria non è solo ricordo” 7° edizione, rivolto agli studenti dell’istituto Comprensivo M. Valgimigli e del liceo A. Righi sede di Bagno di Romagna, promosso dall’Assessorato alla Cultura e da Anpi Alto Savio. Gli elaborati partecipanti al concorso (disegni, testi, poesie) saranno esposti in mostra nella sala consiliare di Palazzo Pesarini dal 25 aprile al 30 aprile negli orari di apertura del municipio. Il concorso è nato con l’obiettivo di stimolare i ragazzi ad una riflessione sui valori della Resistenza, quale movimento civile di dimensione nazionale che ha segnato le basi per la nascita dell’Assemblea Costituente e dello Stato democratico, ma anche quale tratto significativo della nostra storia locale.

"Quest’anno, ricorrendo il 77° anniversario della liberazione da nazifascismo, – spiegano il sndaco Marco Baccini e l’assessore alla Cultura Enrica Lazzari - abbiamo deciso di porre l’attenzione sulla libertà di espressione: la musica, la poesia, l’arte come espressioni del cuore e del pensiero che ci accompagnano attraverso la storia, la nostra personale e quella del mondo, in particolare una riflessione sulla convivenza civile, sui valori della democrazia e della pace, sul rispetto della dignità umana, sugli ideali di fratellanza e solidarietà, anche rispetto agli scenari nazionali ed internazionali che stanno segnando la storia contemporanea".

"L’auspicio più grande - commenta il primo cittadino -  è quello che il concorso possa avvicinare i ragazzi ai valori civili e civici di comunità e di collegialità, stimolando l’importanza dei principi della legalità, uguaglianza e parità. Aspetti, questi, di cui si avverte sempre più il bisogno a livello nazionale e locale, per creare una società matura e consapevole, partendo da chi questa società deve costruirla, ovvero le giovani generazioni”.

Alla luce dell’importanza che riponiamo su questi temi - chiudono Baccini e Lazzari - desideriamo ringraziare il personale insegnante dell’Istituto Comprensivo Manara Valgimigli e della sede di Bagno di Romagna del Liceo A. Righi, la professoressa Tatiana Locatelli che ha dimostrato come ogni anno la sua preziosa sensibilità e professionalità nella scelta delle tracce del concorso e la sua disponibilità a incontrare i ragazzi per approfondire le tematiche in oggetto. Un particolare ringraziamento ai membri della commissione, che hanno valutato e scelto i vincitori del concorso di quest’anno, e un ringraziamento all'Anpi Alto Savio con la quale organizziamo ogni anno un ricco programma di iniziative".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La memoria non è solo ricordo": Bagno di Romagna torna a celebrare la Liberazione in presenza

CesenaToday è in caricamento