Cronaca

La mappa dei contagi in provincia: l'Appennino è il più risparmiato, male il Rubicone

Il Coronavirus ha colpito duramente tutto il territorio. Stando ai dati aggiornati a lunedì 19 aprile scorso la provincia di Forlì-Cesena ha visto ammalarsi 33.319 persone, pari all'8,4% della popolazione totale

Il Coronavirus ha colpito duramente tutto il territorio. Stando ai dati aggiornati a lunedì 19 aprile scorso la provincia di Forlì-Cesena ha visto ammalarsi 33.319 persone, pari all'8,4% della popolazione totale, da quando si è partiti a conteggiare i casi positivi, vale a dire da circa 14 mesi. Questo ha comportato anche 829 decessi (il 2,5% della popolazione che si è ritrovata positiva). Tra gli ammalati, dall'inizio dell'epidemia circa il 6% si è trovato a lottare la malattia in un letto di ospedale, in ricoveri spesso lunghi e tormentati, mentre molti altri pur avendo 'smaltito' la malattia a casa si portano ancora dietro i sintomi del cosiddetto 'long covid', vale a dire spossatezza, difficoltà respiratorie e molti effetti collaterali. 

Se si guarda la mappa del contagio, però, non tutto il territorio provinciale risulta colpito allo stesso modo. Nei dati di lungo periodo, quelli che conteggiano le positività da inizio pandemia, emerge chiaramente che ci sono territori più colpiti e altri molto meno, anche all'interno della stessa provincia. In particolare risultano meno colpiti i territori di montagna, i Comuni meno popolosi più vicini al crinale appenninico. Ma con un'importante eccezione: l'Alta valle del Bidente, infatti, è stata l'area più flagellata dai contagi, ancora di più delle città maggiori della provincia, più della riviera e dei comuni confinanti con la provincia di Rimini, dove fin da inizio epidemia il Covid ha colpito più duramente.

La maglia nera dei contagi va a Santa Sofia, dove si è infettato il 13,2% della popolazione residente. Qui più di una persona su 10 ha avuto lo sgradito riscontro del tampone positivo. Stesso trend per i comuni più vicini: Civitella è seconda in questa graduatoria, con l'11,5% della popolazione positiva al Covid da inizio epidemia, segue Galeata (10,5% della popolazione). Al quarto posto, in provincia, c'è Mercato Saraceno con il 10% di positività tra la popolazione residente, quinta Dovadola con il 9,2% di positivi sul totale degli abitanti, seguita da Gatteo (9,02%)

E i 5 comuni in cui il Covid ha colpito meno? Spicca Premilcuore, separata da Santa Sofia solo da pochi chilometri. A Premilcuore i contagiati sono stati pari all'1,8% della popolazione, più di 7 volte meno del comune bidentino. Il secondo dato migliore è di Portico (3,7%), poi Verghereto che vede finora contagiato il 4,6% della popolazione, seguito da Tredozio (4,9%), Modigliana (6,8%) e Sogliano (6,9%).

Quasi tutti nella fascia mediana gli altri comuni: Forlì ha avuto un tasso di positività, rispetto alla popolazione residente, dell'8,1% e Cesena dell'8%.  Sotto la media dei due capoluoghi - nella fascia 7-8% - i comuni di Bertinoro, Castrocaro, Forlimpopoli, Predappio, Rocca San Casciano, Montiano, Sarsina. Nella fascia 8-10%, sopra la media dei due capoluoghi, i comuni di Meldola e Bagno di Romagna, a cui si aggiunge in blocco tutta l'area della riviera e del Rubicone: Borghi, Cesenatico, Gambettola, Longiano, Roncofreddo, San Mauro Pascoli e Savignano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mappa dei contagi in provincia: l'Appennino è il più risparmiato, male il Rubicone

CesenaToday è in caricamento