rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca

La lettura come "finestra aperta" sul mondo, gli studenti incontrano lo scrittore romano Sandro Bonvissuto

Alcune classi dell’Istituto tecnico agrario “Garibaldi Da Vinci” hanno partecipato all’incontro con lo scrittore romano  Sandro Bonvissuto, autore dei libri “Dentro” e “La gioia fa parecchio rumore”

Alcune classi dell’Istituto tecnico agrario “Garibaldi Da Vinci” hanno partecipato all’incontro con lo scrittore romano  Sandro Bonvissuto, autore dei libri “Dentro” e “La gioia fa parecchio rumore”. Gli alunni di :4C,4F, 5D, 1E, 4A, 4 D, 5 F, guidati dalle docenti di lettere, hanno intrapreso un interessante e significativo percorso di lettura che li ha sollecitati a misurarsi con un viaggio a ritroso nel tempo del protagonista del romanzo “Dentro”, vicenda che sarà a breve anche oggetto di una originale elaborazione cinematografica. "Durante la lettura i ragazzi si sono interrogati sulla realtà delle carceri e dei detenuti, uomini spesso alla ricerca di una loro identità perduta o frammentata che deve fare i conti con un lungo viaggio interiore, appunto “dentro” di sé e “dentro” la propria storia fino a risalire alla stessa infanzia, origine di scelte adulte più o meno consapevoli. Il secondo romanzo “La gioia fa parecchio rumore” ha condotto i lettori nel mondo vivace e rumoroso del calcio, passione del protagonista, adolescente come i nostri alunni. La passione per il calcio e l’amore per io sport si intrecciano nelle pagine del libro, narrato in modo scorrevole e vicino al linguaggio dei giovani. La vicenda del giovane protagonista ci fa riflettere sul fatto che, in fondo, la vita può assomigliare ad una continua partita giocata con i grandi protagonisti della esistenza come il Tempo, l’Imprevisto, la Perdita, la Delusione, la Gioia; in tutto questo ciò che conta è rimanere sempre pronti a fare la propria parte  in campo, a volte con gioia, a volte con sofferenza".

L’autore ha dialogato con alunni e docenti, ha risposto alle loro domande in modo coinvolgente e spiritoso,valorizzando il ruolo delle lettura come “finestra aperta” sul mondo dalla quale possiamo scorgere e capire mondi  diversi dai nostri per arricchirci e per  ampliare la nostra visione che, purtroppo, spesso inevitabilmente è ristretta solo ai nostri vissuti ed alle nostre esperienze. Le domande degli alunni hanno spaziato, muovendo da semplici curiosità a vere e proprie domande esistenziali sul valore delle scelte che si compiono, sull’importanza della partecipazione politica, sull’amicizia, sul dolore ed anche sugli stili di scrittura che riflettono sempre un messaggio profondo dell’autore medesimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lettura come "finestra aperta" sul mondo, gli studenti incontrano lo scrittore romano Sandro Bonvissuto

CesenaToday è in caricamento