Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

La Giunta incontra il quartiere del Rubicone: "Nuovi servizi per 'avvicinare' i cittadini al centro"

"Spesso i cittadini avvertono una lontananza dal centro città, che potrebbe essere colmata dall’introduzione di servizi tesi a coinvolgere la popolazione soprattutto in riferimento agli anziani e ai nostri ragazzi"

Un museo e un parco tematico del Rubicone e più servizi per gli anziani, a partire dalla messa a disposizione di spazi idonei allo svolgimento di alcune attività ricreative, laboratoriali e di inclusione. Si è tenuto nel segno della socialità l’incontro online tra il Consiglio di Quartiere del Rubicone, presieduto dal Loris Babbini, e la Giunta comunale. Svariati i temi posti sul tavolo del confronto, che se da una parte interessano tutti gli Assessorati, dall’altra corrispondono alle Commissioni di lavoro costituite dai neoconsiglieri per affrontare le istanze emerse a seguito di un primo confronto con i cittadini residenti. Anche in questo caso tra le prime richieste del Quartiere ci sono quelle legate alla mobilità e alla messa in sicurezza, tramite la realizzazione di percorsi ad hoc, di pedoni e ciclisti. Ampio spazio inoltre alla prevenzione stradale, con l’installazione di dissuasori della velocità e con nuova illuminazione soprattutto nelle vie Montiano e Malanotte.

“Il Comune – commenta il Presidente Babbini – lavora seguendo una programmazione precisa che necessita di integrazioni da parte dei Quartieri. Il nostro territorio è al confine tra Cesena e altri Comuni come Montiano, Longiano e Roncofreddo. Spesso i cittadini avvertono una lontananza dal centro città, che potrebbe essere colmata dall’introduzione di servizi tesi a coinvolgere la popolazione soprattutto in riferimento agli anziani e ai nostri ragazzi. Per questa ragione, riteniamo necessario un centro polifunzionale all’interno del quale possano essere svolte attività complementari a quelle previste nella sede di quartiere, a Calisese. Di primario interesse inoltre lo schema di circolazione stradale e la viabilità. Abbiamo presentato all’Amministrazione comunale progetti prioritari come la ciclopedonale sul Pisciatello Urgòn, che colleghi Case Castagnoli a Calisese, e una ciclabile di collegamento tra Case Missiroli e Case Castagnoli, per mettere in sicurezza una parte dell’uscita e dell’ingresso della secante. Oltre a interventi più strutturali, proponiamo una progettualità relativa alla realizzazione di un museo e di un parco tematico del Rubicone, all’avvio di un percorso di valorizzazione della ciliegia corniola e alla collocazione di totem guida monumentali all’interno dei nostri cimiteri”.

“L’avvio di percorsi partecipativi come il Piano Urbanistico Generale di Cesena-Montiano e il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – è stato bene accolto dai dodici quartieri e dai rispettivi Consigli, che in occasione di questi incontri settimanali sottopongono all’attenzione della Giunta le loro proposte che potrebbero essere inserite nel Patto tra Giunta e Quartieri. Uno dei temi che spesso emerge ha a che vedere con la rigenerazione urbana di luoghi centrali per la vita del quartiere e la riorganizzazione della ciclabilità, con particolare attenzione alla creazione di nuovi attraversamenti pedonali. L’elaborazione del Termometro della mobilità, nell’ambito del Pums, ci ha consentito proprio di ragionare in base alla popolazione su quali sono le arterie principali che utilizziamo nell’ambito della nostra mobilità quotidiana. L’analisi della mobilità, condizionata in questo momento dalla pandemia, ci consente dunque di fissare obiettivi precisi. La ciclabilità sarà aumentata sensibilmente, per questo guardiamo con fiducia alla realizzazione della bicipolitana con percorsi in sicurezza chiari, segnalati da una mappa che avrà delle arterie principali. Procede proprio in questa direzione il progetto City Branding Sport City con il quale lavoreremo a un nuovo modello di impiantistica sportiva cittadina, collegata da nuove infrastrutture ciclabili. Dal punto di vista urbanistico invece forte è l’esigenza di avere spazi che possano raccogliere pari esigenze relative alla vita sociale indipendentemente dalla localizzazione di un centro polifunzionale per tutte le fasce d’età. La vera sfida del futuro, lo vediamo quotidianamente, è proprio il sociale”.

L’oggetto di questo confronto è la redazione di un patto di Quartiere che verrà integrato con gli esiti del percorso condiviso, riportando gli interventi strutturali e strategici condivisi per il prossimo triennio. Ai 12 organismi verranno forniti alcuni strumenti di analisi utili: quadro degli interventi strutturali e strategici relativi al proprio territorio (con relative risorse messe a Bilancio); report di CesenaSegnala, in relazione alle segnalazioni dei cittadini; Intranet dei Quartieri, mail istituzionale e logo. Al fine di incrementare e rendere più proficuo il dialogo tra Amministrazione comunale e Quartieri, sono stati istituiti due specifici momenti di confronto da svolgersi con cadenza annuale: il Consiglio comunale dei Quartieri, ovvero una seduta del Consiglio comunale il cui l’ordine del giorno sarà definito di concerto con il Collegio dei Presidenti, e i “Dialoghi con i quartieri”, ovvero un incontro tra la Giunta, i Consigli e i cittadini in ciascuna delle sedi di quartiere.

Gli incontri proseguiranno mercoledì 10 marzo con il quartiere Al Mare, martedì 16 marzo con il Cervese Nord, martedì 23 marzo con il Ravennate e, per concludere, martedì 30 marzo con il quartiere Dismano. Fino a martedì 16 marzo gli incontri si terranno in modalità online nel pieno rispetto dell’Ordinanza regionale in vigore da martedì 2 marzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Giunta incontra il quartiere del Rubicone: "Nuovi servizi per 'avvicinare' i cittadini al centro"

CesenaToday è in caricamento