La gelosia esplode 17 anni anni dopo: ammonito un uomo che lanciava pietre contro la vecchia fiamma

Ben 5 provvedimenti di ammonimento del Questore Lucio Aprile nell’ultimo mese per quanto riguarda atti di persecuzione delle donne. Sono i dati che ha diramato la Questura di Forlì-Cesena in occasione dell’8 marzo

Ben 5 provvedimenti di ammonimento del Questore Lucio Aprile nell’ultimo mese per quanto riguarda atti di persecuzione delle donne. Sono i dati che ha diramato la Questura di Forlì-Cesena in occasione dell’8 marzo, per testimoniare l’impegno per la tutela delle donne, con la campagna “Questo non è amore”. L’ammonimento può essere uno strumento efficace per gli episodi ancora in fase nascente di stalking, fermo restando che se vengono ravvisati reati questi vengono regolarmente perseguiti.

Non è l’unica tutela per le donne. Negli ultimi dieci anni sono stati introdotti nuovi reati, a partire dallo stalking , fino al revenge porn, la deformazione dell’aspetto per lesioni permanenti, la costrizione al matrimonio e la violazione dei provvedimenti di allontanamento. Fino all’ultima normativa del “canale preferenziale” contraddistinti dal “codice rosso”.  Infine sul piano preventivo, invece, il questore  può esercitare la propria autorità a tutela delle vittime della violenza di genere attraverso la misura di prevenzione dell’ammonimento, per scoraggiare atteggiamenti lesivi. Due i provvedimenti presi a Cesena:

Moglie nel volontariato, marito geloso

Il primo caso riguarda, dopo trent’anni di matrimonio, un cinquantenne cesenate, incensurato, che ha iniziato ad abbandonarsi a scenate di gelosia nei confronti della moglie, della quale mal tollerava l’impegno in una associazione di volontariato locale, travisando scopi e finalità delle attività della consorte in essa, manifestando un crescendo di esternazioni che in breve ha portato l’uomo a percuotere la donna, in un caso provocandole  lesioni giudicate guaribili in giorni 10 giorni per le ecchimosi cagionatele in varie parti del corpo. Pertanto veniva ammonito per violenza domestica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lancia pietre contro la sua auto dopo 17 anni 

Il secondo caso è un cinquantenne cesenate, già noto alle forze dell’ordine, che addirittura dopo ben dopo 17 anni dal termine di una relazione sentimentale con una trentacinquenne è tornato a rivolgerle attenzioni, manifestando il proprio disappunto, ingiuriando sia la donna sia il padre e, in diverse circostanze, nonostante il considerevole lasso di tempo trascorso, transitando davanti alla abitazione della vittima, ha lancciato all’indirizzo dell’immobile pietre, che in due occasioni hanno danneggiato l’autovettura parcheggiata. L’uomo veniva quindi ammonito per atti persecutori ed intimato ad interrompere le condotte persecutorie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sensi e la fidanzata cesenate in tandem sul monopattino, la foto proibita su Instagram

  • Lavori completati, riapre il supermercato: 700 metri quadrati, darà lavoro a 19 persone

  • Il virus penetra in un'altra scuola superiore, tutta la classe in quarantena

  • Un altro caso di Covid in classe, positiva una bambina della scuola elementare

  • Col monopattino elettrico in autostrada, scusa incredibile del ragazzo

  • Coronavirus, nuovo caso a Bagno di Romagna: tamponi per i contatti stretti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento