rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

La fotografia dell'istruzione in provincia, in calo gli iscritti alle elementari e segno più per i licei. Quasi 10mila all'università

In termini di variazione annua si rileva un incremento degli iscritti nei licei (+2,6%), in forma lieve negli istituti tecnici (+0,4%) e negli istituti professionali (+3,0%)

È online il Quaderno “Istruzione e Lavoro 2021” con dati relativi all’istruzione, dalla scuola primaria a quella universitaria, e le principali elaborazioni del mercato del lavoro (forze lavoro, tassi, imprenditorialità, cassa integrazione). Il Quaderno di Statistica è uno strumento contenente informazioni utili alla conoscenza e alla governance di questi due importanti fenomeni; in tale contesto, il percorso “istruzione e lavoro” è oggetto di particolare attenzione da parte della Camera di commercio della Romagna, in quanto ha un ruolo fondamentale nei processi di inclusione e coesione e quindi di sviluppo delle persone, delle imprese e del territorio.

I Quaderni di Statistica costituiscono una sistematica raccolta di dati ed elaborazioni a supporto del governo del territorio, un valido strumento per interpretare e comprendere le dinamiche e le tendenze che caratterizzano l’ambito provinciale e comunale. Parallelamente ad altri strumenti informativi, essi costituiscono parte del patrimonio statistico dell’Ente camerale, curato e messo a disposizione dall’Ufficio Informazione economica, nell’attività istituzionale di Osservatorio Economico territoriale.

L’istruzione scolastica e universitaria in provincia di Forlì-Cesena

In provincia di Forlì-Cesena sono presenti 164 scuole di ogni ordine e grado (154 statali e 10 paritarie), con una popolazione scolastica complessiva (bambini, ragazzi e adulti delle scuole serali) di 48.210 unità nell’a.s. 2021/2022; il 35,2% frequenta le scuole primarie, il 23,3% le scuole secondarie di primo grado e il 41,5% le scuole secondarie di secondo grado.

Il confronto annuo evidenzia una diminuzione degli iscritti nelle scuole primarie (-2,9%), una sostanziale stabilità di quelli nelle scuole secondarie di 1° grado (-0,3%) e un aumento degli alunni nelle scuole secondarie di 2° grado (+1,8%). Andamento simile nel medio periodo (a.s. ‘16/’21) in merito alle scuole primarie (-3,1%) e quelle secondarie di 2° grado (+11,3%), mentre aumentano gli iscritti alle scuole secondarie di 1° grado (+5,5%).

Riguardo alle scuole “superiori”, nell’a.s. 2021/2022 il 43,4% degli studenti è iscritto ai licei, il 37,9% agli istituti tecnici e il 18,7% agli istituti professionali. Le principali tipologie scolastiche, dove si concentrano più della metà degli studenti, sono, nell’ordine: liceo scientifico (20,0% degli iscritti alle scuole superiori), istituto tecnico commerciale (12,7%), istituto tecnico industriale (12,5%) e liceo delle scienze umane (10,3%).

In termini di variazione annua si rileva un incremento degli iscritti nei licei (+2,6%), in forma lieve negli istituti tecnici (+0,4%) e negli istituti professionali (+3,0%), Stessi risultati nel medio periodo, dove si evidenzia la decisa crescita nei licei (+15,6%) rispetto agli istituti tecnici (+8,1%) e a quelli professionali (+8,4%).

I corsi di formazione professionale nel 2021, in provincia, sono stati 233 (228 nel 2020), a cui hanno partecipato 4.051 persone (4.039 l’anno prima): di questi, più della metà (il 51,9%) ha riguardato la “formazione permanente”.

Nel 2020 (anno più recente di disponibilità dei dati) sono stati 107 i diplomati nei 5 percorsi terminati nell’anno di riferimento dell’Istituto Tecnico Superiore provinciale, operante nell’area “Tecnologie dell’informazione e della comunicazione” (da luglio 2022 divenuto I.T.S. Academy).

Gli iscritti alle Università italiane residenti in provincia di Forlì-Cesena, nell’a.a. 2021/2022, risultano 9.610 (4.147 maschi e 5.463 femmine), di cui il 73,9% all’Ateneo di Bologna: +1,9% rispetto all’a.a. 2020/2021 e +16,9% nel medio periodo (a.a. ‘16/’17). I laureati residenti, nell’anno 2021, sono stati 2.108, con un incremento annuo del 6,7% e, sui cinque anni precedenti, del 15,4%. Infine, i laureati nelle sedi universitarie provinciali, sempre nel 2021, sono stati 2.800: di questi, il 13,3% in “Scienze internazionali e diplomatiche”, l’11,8% in “Economia e commercio”, il 6,9% in “Scienze e tecniche psicologiche”, il 5,4% in “Mediazione linguistica interculturale”, il 4,8% in “Sociologia” e il 3,7% in Economia e management”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fotografia dell'istruzione in provincia, in calo gli iscritti alle elementari e segno più per i licei. Quasi 10mila all'università

CesenaToday è in caricamento