Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

La fondazione Radici della Sinistra rende omaggio a Gastone Sozzi

La fondazione ha reso omaggio alla memoria di Gastone Sozzi depositando una corona al medaglione che lo ricorda, collocata sotto il loggiato del Comune

Nel centenario della nascita del PCI, la Fondazione Radici della Sinistra di Cesena, ricordando che il 29 gennaio 1921 fu anche fondata a Firenze la Federazione Giovanile Comunista, ha reso omaggio alla memoria di Gastone Sozzi depositando una corona al medaglione che lo ricorda, collocata sotto il loggiato del Comune.

Sozzi pur giovanissimo, era nato nel marzo del 1903, partecipò a quell’evento e fu poi presente a Roma, dal 28 al 31 marzo 1922, al I° congresso della nuova organizzazione giovanile comunista. 

"Già nel luglio del 1922 - ricorda la fondazione - Gastone fu costretto alla latitanza, in quanto ricercato seppur incolpevole, per un attentato contro un fascista avvenuto a Cesenatico, città dove egli lavorava come ragioniere presso il Comune.   Da latitante si recò a Torino dove trovò protezione dall’organizzazione del PCd’I per la quale svolse attività politica. Dimostratosi preparato e profondamente orientato dagli ideali del socialismo, fu inviato in Russia. Qui, nel 1924, ebbe l’opportunità di fare parte del picchetto d’onore alla salma di Lenin, esposta all’interno del Cremlino.  Cadute le accuse nei suoi confronti, nel 1925 rientrò in Italia dove fu chiamato ad assolvere agli obblighi di leva. Anche da militare Sozzi ebbe modo di  diffondere le proprie idee e di stringere rapporti coi commilitoni che condividevano i suoi ideali.  Congedato sposò la fidanzata Norma e, quasi immediatamente, dovette darsi nuovamente alla clandestinità per sfuggire alle persecuzioni politiche. Infatti già nel 1926 erano state emanate le leggi speciali contro le opposizioni al regime ed il fascismo romagnolo considerava Gastone Sozzi un nemico da “fermare”.

"Lavorò per il Centro Interno del Partito comunista diretto da Camilla Ravera, nell’Italia del nord-est, organizzando attività propagandiste fra i militari. Durante questo suo impegno politico, che lo vedeva spostarsi di frequente, ebbe occasione di incontrare, in Svizzera, il futuro segretario del partito Palmiro Togliatti. La moglie, nel frattempo rientrata a Forlì, il 2 ottobre del 1927 aveva dato alla luce il figlio Sergio. Gastone decise allora di tornare in Romagna per riabbracciare Norma e conoscere il piccolo Sergio. All'incontro che doveva avvenire, come concordato, a Ravenna, Gastone non arrivò mai: il 31 ottobre del 1927 a seguito di una delazione era stato arrestato e poi trasferito nel carcere di Perugia dove, nel febbraio del 1928, fu assassinato. Abbiamo voluto tracciare questi brevi cenni biografici di un giovane cesenate messo a tacere dai fascisti quando non aveva ancora compiuto 25 anni per evitare che il tempo ne cancelli la memoria".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fondazione Radici della Sinistra rende omaggio a Gastone Sozzi

CesenaToday è in caricamento