La Fondazione Maratona Alzheimer al centro di un convegno

Il convegno è programmato venerdì dalle 16 alle 19, Palazzo Dolcini, Mercato Saraceno

La creazione di una Fondazione di partecipazione, con una base aperta a persone, associazioni e aziende, è uno sviluppo dell’esperienza condotta in questi ultimi anni dall’associazione con l’evento Maratona Alzheimer. Nella visione degli organizzatori il progetto fondazione ha una prospettiva nazionale sia d’ ideazione di progetti che di erogazione. Sarà l’inizio di un percorso che attraverso la redazione di un Manifesto di Maratona Alzheimer e la formazione di un Comitato Promotore porterà alla effettiva costituzione della Fondazione.Amici di Casa Insieme ODV, associazione che dal 2012 organizza a settembre la Maratona Alzheimer, ha pensato di disegnare il futuro insieme alle associazioni Alzheimer ed alle persone interessate proponendo un momento di approfondimento scientifico-culturale su prevenzione, ricerca e assistenza Alzheimer. Il convegno è programmato venerdì dalle 16 alle 19, Palazzo Dolcini, a Mercato Saraceno. Dalla assunzione intrecciata di questi temi nasce la proposta di costituire un ente dedicato al servizio del mondo Alzheimer: la Fondazione Maratona Alzheimer.

Alle professoresse Luciana Giardino, Presidente, e Laura Calzà, Direttrice Scientifica della Fondazione Iret, e relatrice principale del Convegno, sarà consegnata la somma raccolta per proseguire il lavoro iniziato a giugno 2017 dal giovane ricercatore, il Biotecnologo, Andrea Bighinati. Lo studio nel quale è impegnato ha lo scopo di analizzare la malattia, anche prima che compaiano i sintomi cognitivi, per indagare aspetti istopatologici ad oggi ancora poco esplorati, che potrebbero avere un ruolo causale nella sua progressione. Fino ad ora sia Maratona Alzheimer che alcune associazioni Alzheimer dell’Emilia- Romagna hanno contribuito generosamente al Fondo Alzheimer 360° per questo specifico progetto. L’obiettivo è di proseguire il supporto alla ricerca “adottata” per un triennio. Per la prevenzione Alzheimer sarà condivisa l’esperienza dei Laboratori Benessere che Amici di Casa Insieme, Aima Reggio Emila, Per non sentirsi soli (MO), Giovani nel Tempo di Bologna e AFAM Macerata stanno concretamente realizzando sulla base di un modello comune. I Laboratori possono essere visti anche come prima tappa verso attività di “prevenzione rafforzata”. Per l’ambito assistenza Alzheimer, la scelta è di comprendere tra gli obiettivi di medio periodo un supporto concreto a progetti di Città Amiche della Demenza; obiettivo indicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come primo luogo di riferimento per il benessere delle persone che vivono la demenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento