menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Fondazione Cassa di Risparmio tira le somme del 2019: 70 progetti finanziati con 603mila euro

Nell’ambito 'Solidarietà e servizi alla persona', cui sono andate il 41% delle risorse disponibili, è proseguito l’impegno per contrastare le emergenze sociali e alleggerire le famiglie nella cura delle persone anziane

Grazie alle attività di collaborazione attivate con Crédit Agricole Italia, Fondazione Fruttadoro Orogel e Associazione tra Fondazioni di origine bancaria dell’Emilia Romagna, nel 2019 la Fondazione ha assicurato il finanziamento di 70 progetti, per complessivi 603.791 euro. Sono i numeri che emergono dall'assemblea dei Soci della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, che al fine di ridurre al minimo i rischi connessi all’emergenza sanitaria a COVID-19 in corso, si è tenuta sabato negli ampi spazi del Teatro Verdi di Cesena.

La Fondazione si è dotata di quattro commissioni consultive e di studio, costituite da autorevoli professionalità e competenze, interne ed esterne alla Fondazione, con specifica competenza nei settori: educazione, istruzione e ricerca scientifica, solidarietà e servizi alla persona, sviluppo locale e sport, cultura. Sempre nel 2019 la Fondazione ha formalizzato la donazione della proprietà del Palazzo O.I.R. al Comune di Cesena, per la realizzazione di una Pinacoteca cittadina.

Nell’ambito 'Solidarietà e servizi alla persona', cui sono andate il 41% delle risorse disponibili, è proseguito l’impegno per contrastare le emergenze sociali e alleggerire le famiglie nella cura delle persone anziane. Nel settore 'Educazione, istruzione e Università', area indispensabile per la crescita del territorio e la società, sono state attivate azioni dirette al potenziamento dell’insediamento universitario e di affiancamento all’attività delle scuole, pari al 37% degli interventi finanziati. Per lo 'Sviluppo locale e lo sport', oltre al sostegno a specificità del territorio, sono state sostenute iniziative per la divulgazione dei valori dello sport per un impegno dell’8% delle risorse complessive. Per il settore 'Cultura' sono state avviate iniziative di tutela del patrimonio artistico e sostenute le attività degli enti e delle associazioni che operano nei settori della cultura, che hanno impegnato complessivamente il 14% dei fondi disponibili per il 2019.

L’Assemblea ha nominato Eugenio Battistini nuovo socio della Fondazione e ha confermato tutti i soci rieleggibili Arturo Alberti, Archimede Casadei Lucchi, Stefano Mancini, Sandra Montalti e Liviana Siroli. Esce Domenico Scarpellini, non più ricandidabile alla scadenza dei due mandati come socio della Fondazione. L’Assemblea ha espresso un giudizio positivo sulla gestione finanziaria delle risorse patrimoniali e sull’efficace gestione dell’Immobiliare Fondazione CRC presieduta da Guido Pedrelli. Al termine della riunione, l’Assemblea ha votato all’unanimità il Bilancio 2019 della Fondazione. “Tutte le votazioni – ha dichiarato il Presidente Roberto Graziani – sono state caratterizzate da massima compattezza da parte dell’Assemblea, dando così un chiaro segnale di forte coesione e unità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento