La Fondazione Carisp verso la fine dalla crisi: azzerato il debito bancario, si guarda al progetto di Pinacoteca

Il Presidente Guido Pedrelli ha illustrato la situazione economico-finanziaria della Fondazione e spiegato come la Fondazione ha raggiunto l’obiettivo che si era prefissata dell’azzeramento del debito bancario

L’Assemblea dei Soci della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, che si è riunita nella mattinata di sabato nella sede di Corso Garibaldi 18, ha espresso parere favorevole al Documento Programmatico Previsionale per l’esercizio 2019, predisposto dal Consiglio di Amministrazione e già approvato dal Consiglio Generale. 

Il Presidente Guido Pedrelli ha illustrato la situazione economico-finanziaria della Fondazione e spiegato come la Fondazione ha raggiunto l’obiettivo che si era prefissata dell’azzeramento del debito bancario, e le operazioni che hanno portato al consolidamento delle condizioni di redditività del patrimonio, presupposto indispensabile per progettare un ruolo sul territorio. E’ stato attivato un coordinamento con altri organismi impegnati nella promozione del territorio per elaborare proposte più adeguate ai bisogni, evitare dispersione di risorse e individuare obiettivi coerenti con le risorse disponibili.

Spiega una nota della Fondazione: “Le potenzialità aggreganti della Fondazione, attraverso la cooperazione tra più soggetti, saranno messe a fuoco nel prossimo esercizio con il sostegno ad interventi nei settori di riferimento (educazione, istruzione e formazione; volontariato; ricerca scientifica; assistenza agli anziani; sviluppo locale; arte, attività e beni culturali; salute pubblica; attività sportiva), di cui si possono individuare quattro macro aree di azione  prioritaria:  sociale, cultura, istruzione e sviluppo locale”.

Il Presidente Pedrelli ha continuato confermando il sostegno all’impegno di Ser.In.Ar. per il radicamento del Campus Universitario cesenate tramite lo sviluppo della didattica e il supporto organizzativo e finanziario, che hanno garantito in questi anni adeguate condizioni di studio e servizi. Sono confermati anche i servizi offerti dalla Biblioteca giuridico-economica Giovanni Ghirotti per la quale si sta operando, con la collaborazione del Comune di Cesena, per individuare una nuova collocazione nell’ambito della Biblioteca Malatestiana.

Proseguirà il progetto, promosso dalla Fondazione e realizzato con la collaborazione della Caritas diocesana, che ha portato alla costituzione di un  “Fondo di Solidarietà” che offre sostegno alle famiglie in difficoltà temporanea e alle persone che si trovano in una condizione di disagio transitorio, e particolare attenzione sarà rivolta alle esigenze delle famiglie impegnate nel mantenere a domicilio anziani fragili, non autosufficienti. Infine nel 2019 entrerà in una fase più pienamente operativa la collaborazione con il comune di Cesena per la realizzazione della Pinacoteca della città nel settecentesco Palazzo OIR, con la formalizzazione della donazione dell’immobile al Comune  e l’avvio della definizione del progetto esecutivo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento