Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

"La cultura si fa cura", la lettura come momento di evasione nell'hub vaccinale

L'iniziativa, nata in collaborazione con l'ufficio di fundraising dell'Azienda usl della Romagna, dal titolo "La cultura si fa cura" è partita lunedì pomeriggio, nell'hub della fiera di Cesena

Dopo essersi cimentati nella scrittura e realizzazione di una raccolta di poesie e testi  scritti in tempo di pandemia, gli Autori del libro "Momenti sospesi", curato da Claudio Venturelli e Manuela Gori, hanno pensato di proseguire nell'attività di volontariato e sostegno della sanità locale, mettendosi a disposizione dei centri Vaccinali per portare a titolo volontario, momenti di evasione e  piacevole intrattenimento alle persone  in sosta in sala d'attesa, dopo la somministrazione del vaccino.

L'iniziativa, nata in collaborazione con l'ufficio di fundraising dell'Azienda usl della Romagna, dal titolo "La cultura si fa cura" è partita lunedì pomeriggio, nell'hub della fiera di Cesena, a Pievesestina e proseguirà fino al 31 luglio, alternando le letture tra la sede di Cesena e quella di Forlì. Saranno garantite almeno sei letture in ciascun hub - nei giorni di mercoledì/sabato/domenica con interventi di circa un'ora al mattino o al pomeriggio.

"La modalità con cui ci presenteremo e leggeremo mi sento di ricordare - afferma Manuela Gori che sta coordinando i lettori -  che non sarà performance con auditorio, ma avrà l'obiettivo quasi di creare delle "relazioni poetiche" con le persone che via via passeranno nella sala di attesa, in un raggio limitato dato il distanziamento e le mascherine obbligatorie per tutti. Potrebbe risultarci utile spostarci nell'ambiente avvicinandoci a chi entra e andrà a sedersi, possibilmente prima che "metta mano al cellulare". La difficoltà sarà proprio questa, ma siamo certi che chi sarà disposto all'ascolto  lo farà con piacere e anche con sorpresa: un'occasione forse unica per molti dopo gli anni della scuola! Proprio per questo abbiamo proposto di lasciare alla  cura di autori e lettori le modalità di "approccio poetico" che più sentono nelle loro corde per entrare in contatto con chi ascolterà".

"Ci teniamo a specificare che durante la permanenza - sottolinea Claudio Venturelli - saranno liberi di leggere dal libro Momenti sospesi, sottolineandone la finalità a scopo benefico pro "umanizzazione" delle cure, ma anche di proporre altre poesie del proprio repertorio o recitarne altre di autori locali, sia in italiano che in dialetto, con lo scopo di rendere davvero piacevoli con pillole di poesia quei momenti sospesi nell'attesa. Il pubblico cambia continuamente ( zona attesa 15 minuti ) quindi sarà anche possibile ripetere quelle scelte, in base alla risposta che riceveranno o prendersi il tempo per consegnare un libro a chi vorrà contribuire con l'acquisto". 

"Con grande entusiasmo abbiamo accolta la proposta di questi volontari, ai quali va un ringraziamento sentito da parte di tutta la drezione aziendale -  ha sottolineato la  Dott.ssa Paola Ceccarelli, Direttrice infermieristica e tecnica , perchè  iniziative solidali come questa coniugano concetti fondamentali della cura e della cultura formando un unicum con il principio di umanizzazione delle cure. 

Il libro Momenti Sospesi è nato infatti  con lo scopo benefico di sostenere l’ospedale “Bufalini” di Cesena . Raccolta di poesie e racconti ai tempi del Covid-19” (InEdit edizioni, 2020), a cura di Claudio Venturelli e Manuela Gori, con la prefazione scritta dal Sindaco Enzo Lattuca. Vera e propria antologia, il volume racchiude testi scritti durante la prima fase dell’emergenza sanitaria CoViD-19 da trentatré poetesse e poeti, autrici e autori conosciuti e sconosciuti, di età, professioni e mestieri molto diversi, tra cui insegnanti, studenti e medici ispirati da e in questo tempo sospeso. Il progetto ‘Tratti d’inchiostro’ racchiude poesie in italiano, in dialetto, monologhi, brevi brani, riflessioni, semplici pensieri, un esperimento di scrittura creativa sui social e illustrazioni che concorrono al percorso universitario di una giovane artista. Ognuno ha contribuito a questa raccolta con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare  a sostegno delle attività dell'Ospedale Bufalini di Cesena.

 Il progetto editoriale, coordinato dall’entomologo dell’Ausl Romagna Claudio Venturelli, è stato realizzato a titolo gratuito dall'editore, che si è fatto carico delle spese di stampa della prima tiratura e ha previsto, oltre che il contributo dei testi di autori vari, anche le illustrazioni grafiche di Gaia Venturelli. Hanno collaborato Amici Mario, Babbini Loris, Balbi Tommaso, Balzani Beatrice, Borgini Germana, Brunelli Laura, Campitelli Denis, Casadei Daniele, Donini Laura, Fabbri Lidiana, Facciani Tonina, Farabegoli Andrea, Gabellini Francesco, Gasperini Antonio, Giorgi Omero, Gobbi Francesco, Golloberda Fadiola, Gori Gianfranco Miro, Gori Manuela, Magnani Giorgio, Maraldi Maurizio, Martelli Loris, Mini Stefano, Miserocchi Paolo, Molari Fabio, Montevecchi Lisa, Morrone Vincenzo, Neri Costanza, Papi Angelo, Paris Pietro, Valeri Walter, Venturelli Claudio, Vergoni Gilberto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La cultura si fa cura", la lettura come momento di evasione nell'hub vaccinale

CesenaToday è in caricamento